Le ultime news

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

26 aprile 2022

A Villa Galnica la presentazione dei risultati dei tre anni di lavoro del progetto di cooperazione internazionale JoIN - Job, Innovation and Networking in the Rural Areas

Si è tenuto oggi a Villa Galnica l'evento finale del progetto di cooperazione trasnazionale #JoIN - Job, Innovation and Networking in the Rural Areas.

Durante la mattinata, i gal partner, nazionali e internazionali, si sono incontrati e hanno avuto l'occasione di presentare al pubblico tutte le attività svolte, i risultati ottenuti e le prospettive future di questi tre anni di lavoro. L'incontro è stato anche l'opportunità per presentare il report di valutazione finale, uno strumento estremamente utile per comprendere ciò che ha funzionato e ciò che può essere migliorato in vista di collaborazioni e sinergie future.

Nel pomeriggio, il Gal GardaValsabbia2020 ha tenuto una tavola rotonda con i partner e le imprese locali per fare insieme un'analisi critica del lavoro fatto e capire su quali elementi il territorio ha bisogno di focalizzare la propria attenzione per progettazioni future. Un momento importante di scambio quindi, essenziale per il Gal per comprendere la strategia da adottare nei prossimi mesi e quali strumenti mettere in campo per rispondere alle esigenze del territorio.

Per maggiori informazioni, è possibile visitare la pagina dedicata.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

11 aprile 2022

Hackathon Valle Seriana & laghi: un passo verso la resilienza di un territorio rurale che fa dei giovani i veri protagonisti

Si è conclusa a Clusone #HackSeriana&Laghi, l’esperienza di progettazione partecipata promossa dal GAL Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi e rivolta ai giovani del territorio che ha coinvolto due enti di formazione quali ABF – Azienda Bergamasca Formazione di Clusone e CFP – Centro Formazione Professionale di Endine.
In un incontro pubblico di fronte ad una commissione valutatrice composta da alcuni rappresentati del territorio, sette gruppi di giovani studenti e studentesse hanno presentato le loro idee d’impresa sviluppate a seguito di una due giorni di lavoro di gruppo in Val Cavallina in cui, guidati e supportati da GAL, hanno analizzato punti di forza, debolezza, minacce e opportunità del territorio della Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi.

Tre le tre sfide a cui i ragazzi dovevano rispondere con i loro progetti: Generare opportunità, Generare un Luogo, Generare Comunità.
È quindi emerso un forte potenziale a favore del territorio da parte delle nuove generazioni attraverso idee che hanno saputo interpretare l’ambiente che li circonda grazie al loro punto di vista e alle loro competenze in coerenza con i propri indirizzi di studi. I docenti delle scuole coinvolte hanno riconosciuto il valore dell’esperienza dal punto di vista formativo, relazionale e sociale auspicando che si possa ripetere in futuro.
Determinante il supporto dei Mentor, giovani imprenditori – o aspiranti tali - del territorio che hanno risposto alla call lanciata dal GAL per supportare gli studenti.

La creatività dei ragazzi ha dato spazio a diverse proposte come la realizzazione di una latteria, percorsi di educazione alimentare, la creazione di un’agenzia di comunicazione e una cooperativa sociale per il recupero di stalle dismesse per l’allevamento di razze autoctone. La Generazione Z - ovvero i ragazzi nati tra il 1997 e il 2010 – ha quindi confermato di essere una voce da ascoltare e a cui dare sempre più spazio.
A conclusione dell’esperienza il GAL ed i giovani che hanno preso parte a questa avventura hanno realizzato il “Manifesto dei giovani per il territorio”.

Scopri tutti i progetti proposti dai ragazzi al seguente link.

Per saperne di più, visita la pagina dedicata.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

1 aprile 2022

Termina il project work attivato dal Gal GardaValsabbia2020 con l'alberghiero "Caterina de' Medici" di Gardone Riviera

Nel mese di marzo si è concluso il project work "Conoscere per innovare - scuole in azione", attivato dal GardaValsabbia2020 con l'istituto alberghiero "Caterina de' Medici" di Gardone Riviera. Nel corso dell'iniziativa, gli studenti sono stati invitati a partecipare ad un workshop sull’ospitalità diffusa per conoscere le nuove opportunità presenti sul territorio e confrontarsi con amministratori e stakeholder. A seguito di questo momento di incontro, sono state organizzate delle visite presso alcuni produttori di olio e vino della zona, per far conoscere agli studenti le tecniche di produzione di prodotti agroalimentari locali. L’attività laboratoriale si è conclusa con una lezione dedicata all’assaggio e alla degustazione tenuta dai produttori stessi con il supporto di sommelier locali.

Giovedì 17 marzo gli studenti hanno infine organizzato un evento per presentare gli elaborati finale del progetto, che si sono tradotti in un menù tematico innovativo attraverso l'utilizzo di prodotti locali, la presentazione di abbinamenti di olio e vino locali ai piatti tipici e il racconto, tramite un blog e una brochure, di percorsi sul territorio per la promozione turistica.

Ma cosa ne hanno pensato i ragazzi? Quali sono stati gli aspetti che hanno preferito? Quali sono le competenze che hanno potuto acquisire durante il progetto?

Per ascoltare i feedback dei ragazzi, visitate la pagina dedicata.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

10 marzo 2022

JoIN FOR YOUTH
Il laboratorio partecipativo per i giovani del Gal GardaValsabbia

Il GAL GardaValsabbia2020, in collaborazione con Solco-Consorzio di Cooperative Sociali e Cooperativa Sociale Area, ha attivato l'iniziativa JoIN for Youth, con l'obiettivo di riportare l’attenzione sul concetto di qualità della vita nelle aree rurali, con uno sguardo specifico rivolto ai giovani che vivono nel territorio. 
L'iniziativa JoIN for Youth si rivolge ai giovani fra i 17 e i 25 anni che vivono, studiano o lavorano sul territorio della Valle Sabbia, del Garda e della Valtenesi, ed ha lo scopo di attivare laboratori sperimentali di co-progettazione con i giovani sul tema del rapporto tra territorio, benessere e mondo del lavoro. Il progetto si svilupperà in due momenti: una prima fase per conoscere con i giovani le esigenze e i bisogni dei giovani sul territorio; una seconda fase in cui, partendo dai risultati della prima fase, verranno organizzati workshop e laboratori creativi e culturali.

 

Visita la pagina dedicata per approfondire.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

4 marzo 2022

Hackathon Valle Seriana & laghi: un passo verso la resilienza di un territorio rurale che fa dei giovani i veri protagonisti

La ricerca di Riabitare l’Italia su ambizioni e progetti di chi vive nelle aree cosiddette “interne”, evidenzia come due ragazzi su tre vogliono rimanere dove sono nati e costruire lì il loro futuro mettendo al centro relazioni e ambiente naturale: esigenze cresciute anche e soprattutto durante la pandemia. E sono proprio le aree rurali, territori caratterizzati da un potenziale fortemente inespresso, spesso ricche di tradizioni, risorse paesaggistiche e prodotti d’eccellenza, che potrebbero diventare delle vere e proprie scuole per educare alla sostenibilità ed alla cultura del territorio. È questa la sfida che ha voluto intraprendere il GAL Valle Seriana e dei laghi bergamaschi attraverso la realizzazione di un hackathon rivolto ai ragazzi degli istituti scolastici superiori del territorio nell’ambito del progetto di cooperazione transnazionale Join – Job, Innovation and Networking in Rural Areas.
La Generazione Z - ovvero i ragazzi nati tra il 1997 e il 2010 - è infatti per certi aspetti il terreno più difficile su cui far germogliare questi concetti ma è forse quello che può dare i frutti migliori. Un target che si presta benissimo agli hackathon, attività partecipative di breve durata in cui le persone si riuniscono per risolvere alcuni particolari problemi/opportunità della vita reale (sfide), in una competizione amichevole e leale. Valle Seriana e laghi Bergamaschi - Place to Be. L’innovazione della resilienza nel POST COVID. - Questo il titolo dell’hackathon che si svolgerà il 7 e 8 marzo 2022 in Val Cavallina presso la Valle
delle Sorgenti (Gaverina Terme).
Un lavoro di squadra, intelligenza collettiva, creatività, co-progettazione, interdisciplinarità. L’iniziativa ha l’obiettivo di stimolare gli studenti degli istituti scolastici dell’area di riferimento a mettersi in gioco per il futuro del proprio territorio proponendo idee e soluzioni ma anche sviluppando progetti innovativi che potrebbero sfociare in potenziali start-up e idee d’impresa a favore dello sviluppo rurale locale.
Tre le sfide a cui i ragazzi dovranno rispondere: generare opportunità, generare luoghi e generare comunità: macro-ambiti all’interno dei quali ritroviamo temi quali l’economia circolare, la filiera corta, la valorizzazione dei prodotti locali, il marketing territoriale, la nascita di nuove cooperative di comunità.

Durante il mese di febbraio si sono svolti alcuni seminari propedeutici per incentivare la creatività dei giovani trasferendo loro le conoscenze necessarie e gli strumenti di base per sviluppare le loro idee d’impresa con testimonianze di buone pratiche nazionali e internazionali:
Lunedì 14 febbraio 2022 - GENERARE COMUNITA' - Speaker: Giovanni Teneggi, Direttore
Confcooperative Reggio Emilia

Martedì 15 febbraio 2022 - GENERARE UN LUOGO - Speaker: Claudio Cecchinelli,
Responsabile Ufficio Unesco Bergamo

Lunedì 21 febbraio 2022 - GENERARE OPPORTUNITA' - Speaker: Carmelo Troccoli, Direttore
Nazionale Fondazione Campagna Amica

Martedì 22 febbraio 2022 – BUSINESS PLAN - Speaker: Emanuel Canini, Bergamo Sviluppo
Il percorso si concluderà con un evento finale in cui i ragazzi presenteranno un manifesto collettivo per lo sviluppo del territorio. Inoltre, ogni gruppo illustrerà la propria idea d’impresa ed il proprio progetto per il rilancio della Valle Seriana e dei laghi Bergamaschi. I lavori sviluppati saranno valutati e premiati da una commissione giudicatrice composta dai principali attori e stakeholders dell’area.

Per rimanere aggiornati, visitate la pagina dedicata.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

5 gennaio 2022

Sportello vallare a sostegno dell'innovazione
Il Gal Valle Brembana 2020 a supporto del territorio

Il GAL Valle Brembana 2020 ha attivato lo "Sportello vallare a sostegno dell'innovazione": ogni mercoledì fino ad Aprile 2022 è possibile incontrare il personale del GAL in presenza o da remoto al fine di conoscere le opportunità di formazione - corsi, workshop e seminari - le possibilità di finanziamento e crescita, e i vantaggi dello sviluppo di reti collaborative.

 

Uno strumento di supporto rivolto alle imprese del territorio attive in ambito rurale ed extra-agricolo (ospitalità, servizi alla popolazione, esperienze per il visitatore etc.) ma anche ai giovani che vogliono avviare una nuova attività.

 

Un punto informativo cui fare riferimento, uno spazio all'interno del quale gli operatori del territorio potranno trovare input di crescita.

 

Visita la pagina dedicata per approfondire

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

14 dicembre 2021

JOIN RACCONTATO A REL-AZIONI IN PROVA, RELAZIONI IN SCENA

Il progetto JoIN Job Innovation and Networking in the Rural Area è stato presento in occasione di “Cultura di sistema e alleanze generazionali per lo sviluppo di economie sociali e solidali”.

 

Un incontro online organizzato nell’ambito di “Rel-Azioni in Prova, Relazioni in Scena” un’iniziativa che si pone l’obiettivo di creare una rete territoriale coinvolgendo attori di differenti settori.

 

Una serie di appuntamenti, conferenze, momenti di formazione, rappresentazioni teatrali, rassegne culturali al fine di coinvolgere attivamente la comunità locale nel suo sviluppo.

 

I temi principali vertono sulla sostenibilità sia essa sociale, economica e ambientale al fine di sensibilizzare alla messa in atto di pratiche che siano sostenibili secondo le diverse declinazioni del concetto.

 

I progetti portati avanti dal GAL sono stati presentati come casi studio e buone pratiche in grado di creare rete sul territorio e nuove opportunità per la comunità che su quel territorio risiede.

 

JoIN in particolar modo per la sua capacità di apportare nuovi stimoli portando alla luce casi di rilievo e formule di imprenditorialità innovative.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

24 novembre 2021

L'INNOVAZIONE DEI TERRITORI IN CHIAVE GREEN: LA PRESENTAZIONE DI CASI STUDIO NAZIONALI E INTERNAZIONALI

Durante il pomeriggio del 28 Settembre 2021 il GAL Valle Brembana 2020 ha organizzato un momento di confronto tra buone pratiche internazionali e nazionali.

 

I temi si sono sviluppati su tre principali filoni: la valorizzazione del capitale agroalimentare, territoriale e sociale.

 

L’appuntamento, parte dell’azione locale del GAL, ha avuto l’obiettivo di fornire alle imprese del territorio presenti tra il pubblico nuovi spunti e stimoli imprenditoriali.

 

Le realtà prese in considerazione sono state in grado di sviluppare modelli di business basati sulle risorse presenti apportando ulteriore valore sul territorio, generando impiego e servizi per le comunità locali.

Visita la pagina dedicata per ascoltare le testimonianze delle buone pratiche

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

11 novembre 2021

OPPORTUNITÀ E SOSTEGNO ALLE MICRO E PICCOLE IMPRESE DEL TERRITORIO

Lunedì 22 novembre, a partire dalle ore 17.30, si terrà a Villa Galnica un momento di incontro aperto al pubblico per presentare le nuove opportunità di finanziamento offerte del GAL e ascoltare i racconti di viaggio delle imprese vincitrici del bando "Incentivi per sostenere scambi di esperienze tra micro e piccole imprese" attivato dal Gal e La Cassa Rurale Adamello Giudicarie Valsabbia Paganella nell'ambito del progetto di cooperazione internazionale  Join- Job, Innovation and Networking in the Rural Areas. Tra settembre e ottobre le imprese hanno avuto l'occasione di compiere uno scambio aziendale nel territorio nazionale o internazionale di massimo 3 giorni. Le risorse sono state messe a disposizione da La Cassa Rurale Adamello Giudicarie Valsabbia Paganella e dal Gal GardaValsabbia2020 e prevedevano una dotazione complessiva di 4.000 euro, con un contributo di massimo 1.000 euro per singola impresa. 

Per partecipare è richiesta l'iscrizione scrivendo una mail a join@galgardavalsabbia2020.it

Per saperne di più, visitate la pagine dedicata.

La serata e i risultati del bando sono stati raccontati anche sul numero di dicembre della rivista "La Cassa Informa", realizzata da La Cassa Rurale Adamello Giudicarie Valsabbia Paganella. 

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

20 ottobre 2021

INCONTRIAMOCI

Si è svolto nella serata del 19 Ottobre 2021 presso la Green House di Zogno l'incontro con le imprese coinvolte nel progetto JoIN - Job Innovation and Networking in the Rural Area.

É stata occasione per incontrarsi, presentare il risultato dell'azione comune ed in particolare per consegnare i roll up ed il report internazionale realizzato nell'ambito del progetto che sintetizza il lavoro di mappatura svolto dai sei GAL partner.

Inoltre, sono state proposte le azioni locali che consisteranno in un percorso formativo strutturato sulla base delle esigenze delle aziende.

Nei prossimi mesi sarà attivato uno sportello, punto di riferimento delle aziende, luogo di confronto per ricevere input e assistenza.

Infine saranno organizzate una serie di visite e scambi al fine di consolidare e dare impulso alla rete tra le realtà aderenti al progetto.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

1 ottobre 2021

OPPORTUNITÀ DI INNOVAZIONE PER LE AREE RURALI NEL QUADRO DELLA TRANSIZIONE ECOLOGICA. IL CAPITALE AGROALIMENTARE, TERRITORIALE E SOCIALE
Il convegno internazionale organizzato dal Gal Valle Brembana 2020

Si è svolto Martedì 28 settembre presso il Casinò di San Pellegrino Terme il convegno internazionale “Opportunità di innovazione per le aree rurali nel quadro della transizione ecologica. Il capitale agroalimentare, territoriale e sociale”, organizzato dal GAL Valle Brembana 2020 nell’ambito del progetto di cooperazione JoIN-Job Innovation and Networking in the Rural Area.

 

A due anni dall’avvio del progetto, il convegno ha rappresentato un momento d’incontro con i partner internazionali e le imprese – presenti a S. Pellegrino e collegate da remoto – e di confronto sulle tematiche di progetto essenziali per i territori rurali: innovazione, imprenditorialità e futuro sviluppo in termini di transizione ecologica.

 

Il convegno, moderato dal Dott. Silvano Gherardi, Consigliere del GAL Valle Brembana 2020, è stato introdotto dai saluti istituzionali di Luca Personeni, Vicepresidente del GAL Valle Brembana 2020, Vittorio Milesi, Sindaco di San Pellegrino Terme, Jonathan Lobati, Presidente della Comunità Montana Valle Brembana, Roberto Facchinetti, Presidente della Comunità Montana Valle Imagna.

 

A seguire, Nicola Gallinaro, Direttore del GAL GardaValsabbia2020, e Veronica Fanchini, Direttore del GAL Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi, hanno illustrato le azioni di progetto attuate sui rispettivi territori. “Il lavoro di mappatura, formazione e raccolta delle esperienze in atto sul nostro territorio, ha evidenziato la volontà di innovare in modo sostenibile, facendo crescere le comunità, e avendo già le risorse culturali, storiche, ambientali e imprenditoriali nel quadro delle nuove politiche green” ha riportato Patrizio Musitelli direttore del GAL Valle Brembana 2020 nel suo intervento.

 

La parola è poi passata agli stakeholder del territorio legati al mondo agricolo, cooperativo, del commercio, dell’istruzione e dello sviluppo territoriale, per trattare il significato di innovazione in ottica futura: Alberto Brivio, Presidente Coldiretti Bergamo e membro giunta Camera di Commercio, Lucio Moioli, Segretario Generale Confcooperative Bergamo, Fulvio Adobati, Prorettore delegato ai Rapporti con Enti e Istituzioni pubbliche del territorio Università degli Studi di Bergamo, Alberto Mazzoleni, Vicepresidente UNCEM Lombardia.

 

“In questa fase storica caratterizzata da crisi pandemica e ambientale, Next Generation EU rappresenta un’occasione di sviluppo e resilienza. È essenziale mettere in connessione risorse e territori attraverso la cooperazione per strutturare piani e progetti che facciano leva sull’innovazione e l’agilità creativa. In questo quadro JoIN rappresenta un’esperienza importante anche per la qualità dei contenuti e delle analisi" ha dichiarato Fulvio Adobati.

 

Anche il rappresentante di UNCEM Lombardia, vicepresidente Mazzoleni Alberto, nel suo intervento ha messo in evidenza come "l’innovazione sia un valore che le aree rurali montane riescono ad esprimere seppur con molte difficoltà. Questo sforzo deve però essere supportato dalla politica e dagli amministratori”.

 

Nel messaggio inviato dall’Assessore all'Agricoltura e sistemi verdi di Regione Lombardia - che ha concluso la mattinata - Fabio Rolfi ha voluto mandare un messaggio di apprezzamento per il lavoro fatto attraverso il progetto di cooperazione e ha ricordato come le politiche regionali, ora integrate nel Green Deal, continuano a stimolare i territori spingendoli ad elaborare elementi di innovazione a vantaggio delle comunità e delle economie rurali.

 

L'innovazione dei territori in chiave green: la presentazione di casi studio nazionali e internazionali

 

Il pomeriggio è stato occasione per un confronto tra realtà imprenditoriali, italiane, francesi e spagnole, che sono state già in grado di attuare percorsi di innovazione sia in termini di offerta di nuovi prodotti che di modalità di gestione aziendale e di coinvolgimento delle comunità.

La dott.ssa Raffaella di Napoli, referente Leader della Rete Rurale Nazionale, dopo aver presentato alcuni dati che dimostrano come nelle aree rurali sopravvivono meglio le imprese capaci di innovarsi, ha sottolineato l’importanza delle reti tra territori e come Rete Rurale Nazionale sia da sempre al lavoro per offrire alle diverse aree ad ai GAL risposte alle proprie esigenze di condivisione e conoscenza.

 

A conclusione della giornata di lavoro, la presidente del GAL Valle Brembana 2020, Morali Lucia, dopo l’esposizione dei casi studio portati dai GAL intervenuti, ha evidenziato come lo scambio di esperienze in territori rurali anche lontani, rappresenti una risorsa che deve essere fatta propria anche dai nostri soggetti territoriali. In particolare ha messo in evidenza il ruolo sociale nelle aree marginali dell’agricoltura e come l’innovazione in queste aree passi necessariamente dalla valorizzazione del capitale umano.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

8 settembre 2021

L'EVENTO INTERNAZIONALE.
ECCELLENZE RURALI E NUOVE FORME DI IMPRENDITORIALITÀ: LE NUOVE POLITICHE EUROPEE PER LA TRANSIZIONE VERSO MODELLI SOSTENIBILI E INNOVATIVI

A due anni dall'avvio del progetto un evento che si svolgerà tra i territori del GAL Valle Brembana 2020 e del GAL Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi. Tre giornate - 28, 29 e 30 Settembre, per fare il punto della situazione e affrontare il tema dell'innovazione con chiavi di lettura differenti alla presenza delle istituzioni del territorio, dei partner nazionali ed internazionali di progetto e delle aziende coinvolte.

I tre giorni sono l'occasione per i sei GAL partner di progetto di incontrarsi nuovamente dopo lo stop causato dal Covid-19 e di presentare le imprese innovative dei propri territori. 

FR -  Deux ans après le début du projet JoIN, un événement qui aura lieu entre les territoires du LAG Valle Brembana 2020 et le LAG Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi. Trois jours - les 28, 29 et 30 septembre, pour faire le point et aborder le thème de l'innovation avec différentes interprétations en présence d'institutions locales, de partenaires de projets nationaux et internationaux et d'entreprises impliquées dans le projet.

Les trois jours sont l'occasion pour les six GAL partenaires du projet de se rencontrer après le Covid-19 et de présenter les entreprises innovantes de leur territoire.

Opportunità di innovazione per le aree rurali nel quadro della transizione ecologica: Il capitale agroalimentare, territoriale e sociale 

Una prima giornata convegnistica presso il Casinò di San Pellegrino Terme nel territorio del GAL Valle Brembana 2020 che si propone di ripercorrere il lavoro fatto per poi gettare luce sulle nuove possibilità di sviluppo che si aprono per i territori rurali nell'ambito del Green Deal e della transizione ecologica. 

Quali sono gli elementi di innovazione emersi nei territori ed il significato di essa nelle aree di progetto? Quale invece il ruolo della nuova politica green come motore dell'innovazione?

Da questo punto di partenza la parola passa ai principali stakeholder del territorio: il mondo agricolo, cooperativo, del commercio, dell'istruzione e dello sviluppo territoriale tracceranno la loro visione di futuro delle aree rurali evidenziando opportunità e sfide.

Infine all'Assessore all'agricoltura di Regione Lombardia, Fabio Rolfi, spetterà il compito di delineare le possibilità effettive che si apriranno per i territori rurali nell'ambito della transizione e la direzione verso cui vertere per lavorare insieme a progettualità in grado di generare esternalità positive per i territori ed i suoi attori. 

Un percorso che continua nel pomeriggio, il quale, passando dal livello locale a quello nazionale ed internazionale, si concentrerà sui tre capitali su cui basare le strategie future. Il capitale agroalimentare, vitale fonte di impiego e opportunità per queste aree, il capitale territoriale, inteso come sistema che, se correttamente gestito, è in grado di creare ricchezza per la comunità ed infine il capitale sociale nel quale convogliano competenze, esperienza e capacità collettiva. Risorse necessarie per affrontare le sfide future al fine di implementare uno sviluppo sostenibile dei territori in grado di salvaguardare l'identità locale creando nuove possibilità di crescita. 

Rappresentanti di buone pratiche nazionali ed internazionali (che i tre GAL Haute Provence Luberon, GAL Castagniccia Mare è Monti e GAL Alt-Urgell Cerdanya hanno selezionato) passeranno la parola per descrivere meccanismi di progettazione e possibilità per le imprese di creare valore e impiego tramite modelli di business improntati sulla sostenibilità ambientale, sociale ed economica. 

FR -  Opportunités d'innovation pour les territoires ruraux dans le cadre de la transition écologique: Capital agroalimentaire, territorial et social

Une première journée de conférences au Casino de San Pellegrino Terme (Bergamo, Italia) sur le territoire du LAG Valle Brembana 2020 qui vise à retracer le travail accompli puis à faire la lumière sur les nouvelles possibilités de développement qui s'ouvrent pour les zones rurales dans le contexte du Green Deal et de la transition écologique.

Quels sont les éléments d'innovation qui ont émergés dans les territoires et l'importance de ces derniers dans les zones du projet? Quel-est le rôle de la nouvelle politique verte comme moteur d'innovation?

Partant de là,  la parole est donnée aux principaux acteurs du territoire: les mondes agricole, coopératif, commercial, éducatif et du développement territorial exposeront leurs visions de l'avenir des territoires ruraux, mettant en lumière les opportunités et les défis.

Enfin, le conseiller à l'agriculture de la Region de Lombardie Fabio Rolfi aura pour mission d'esquisser les possibilités concrètes qui s'ouvriront pour les territoires ruraux dans le cadre de la transition et la direction vers laquelle s'orienter pour concevoir ensemble des projets capables de générer des externalités positives pour le territoire et ses acteurs.

Un chemin qui se poursuit dans l'après-midi, qui, en passant du local au niveau national et international, se concentrera sur les trois capitaux sur lesquels fonder les stratégies futures. Le capital agroalimentaire, source vitale d'emplois et d'opportunités pour ces territoires, le capital territorial, entendu comme un système qui, s'il est bien géré, est capable de créer de la richesse pour la communauté et enfin le capital social qui concentre les compétences, l’expérience et la capacité collective. Des ressources nécessaires pour faire face aux défis futurs afin de mettre en œuvre un développement durable des territoires capable de sauvegarder l'identité locale en créant de nouvelles opportunités de croissance.

Des représentants de bonnes pratiques nationales et internationales (que les trois Lag Haute Provence Luberon, Lag Castagniccia Mare è Monti et Lag Alt-Urgell Cerdanya ont choisi) se succederont pour décrire les mécanismes de conception et les possibilités pour les entreprises de créer de la valeur et de l'emploi grâce à des modèles économiques basés sur la durabilité environnementale, sociale et économique.

Study visit | Le produzioni di nicchia del territorio: dalla tradizione verso l'innovazione

La seconda giornata sarà dedicata alle imprese dei GAL internazionali in visita (GAL Haute Provence Luberon, GAL Castagniccia Mare è Monti e GAL Alt-Urgell Cerdanya). Una study visit itinerante sul territorio del GAL Valle Brembana 2020 per permettere l'incontro e lo scambio tra imprese che condividono una simile missione. Imprese che partendo dalla materia prima che il territorio sa offrire sono state in grado di creare prodotti ed esperienze innovativi per il fruitore o per il visitatore. 

Dalla cosmesi, alla gastronomia passando per l'esperienza turistica, modi differenti di progettare la propria attività accomunati dalla volontà di partire dalla tradizione, per creare innovazione. 

FR - Visite d'étude | Les productions de niche du territoire : de la tradition vers l'innovation

La deuxième journée sera consacrée aux entreprises des GAL internationaux en visite (Lag Haute Provence Luberon, Lag Castagniccia Mare è Monti et Lag Alt-Urgell Cerdanya). Une visite d'étude itinérante sur le territoire du LAG Valle Brembana 2020 pour permettre des rencontres et des échanges entre entreprises partageant une activité similaire. Des entreprises qui, à partir de la matière première que le territoire peut offrir, ont su créer des produits et des expériences innovants pour l'utilisateur ou le visiteur.

De la cosmétique à la gastronomie en passant par l'expérience touristique, différentes manières de concevoir son entreprise unies par la volonté de partir de la tradition, pour créer l'innovation.

Workshop | Quale futuro per le aree rurali? Giovani, formazione e supporto all'imprenditorialità 

La terza e ultima giornata si svolgerà sul territorio del GAL Valle Seriana e dei laghi bergamaschi.

Quali sono gli ingredienti che ci permettono di gettare le basi per stimolare lo sviluppo di nuovi business models e generare opportunità di crescita? Come contrastare lo spopolamento e favorire l’aumento dell’occupazione giovanile?

Durante il workshop si parlerà di formazione ed accompagnamento all’imprenditorialità: elementi essenziali per la nascita di nuove forme d’impresa sostenibili e capaci di apportare benefici alla comunità e al territorio contrastando il fenomeno dell’invecchiamento dei conduttori e di un insufficiente ricambio generazionale (i quali determinano una scarsa disponibilità di forza lavoro, un basso interesse all’innovazione e alla diversificazione degli indirizzi produttivi e a una conseguente ridotta presenza sul mercato in spazi potenzialmente occupabili).

L’evento prenderà avvio a Castione della Presolana: un momento dedicato principalmente agli stakeholders istituzionali per ragionare, attraverso un confronto tra diversi casi studio nazionali ed internazionali, sulle possibilità e le condizioni necessarie alla creazione di un ambiente favorevole all'imprenditorialità: un contesto in cui la comunità locale possa trovare facilmente istruzione, competenze, network per poter trasformare con coraggio la propria creatività in opportunità di sviluppo.

Il pomeriggio ci si sposterà invece a Clusone: questa seconda parte del workshop si concentrerà maggiormente sullo scambio di buone pratiche attraverso una visita in azienda e, a seguire, un momento interattivo in cui giovani imprenditori provenienti da diversi territori si confronteranno e presenteranno la propria esperienza (e il pubblico sarà invitato a partecipare!). Si tratta di un momento partecipativo che vuole vedere protagonisti i giovani, incentivando e promuovendo in loro l’interesse verso un’occupazione nel contesto rurale e montano.

FR -  LABORATOIRE | QUEL AVENIR POUR LES ZONES RURALES ? JEUNESSE, FORMATION ET SOUTIEN ENTREPRENEURIAL

Le troisième et dernier jour se déroulera sur le territoire du LAG  Valle Seriana. Quels sont les ingrédients qui nous permettent de poser les bases pour stimuler le développement de nouveaux business models et générer des opportunités de croissance? Comment lutter contre le dépeuplement et favoriser l'augmentation de l'emploi des jeunes?

Au cours du laboratoire, nous parlerons de formation et d'accompagnement à l'entrepreneuriat: éléments essentiels pour la naissance de nouvelles formes d'entreprise durables capables d'apporter des bénéfices à la communauté et au territoire en luttant contre le phénomène du vieillissement des chefs d’entreprises (exploitants?) et l'insuffisance du renouvellement générationnel (qui induisent une faible disponibilité de main-d'œuvre, un faible intérêt pour l'innovation et la diversification des adresses de production et une présence réduite conséquente sur le marché dans des espaces potentiellement utilisables).

L'événement débutera à Castione della Presolana: un moment dédié principalement aux acteurs institutionnels pour réfléchir, à travers une comparaison entre différentes études de cas nationales et internationales, sur les possibilités et les conditions nécessaires à la création d'un environnement favorable à l'entrepreneuriat: un contexte dans lequel la communauté locale peut facilement trouver une éducation, des compétences, des réseaux pour pouvoir transformer avec plus d’assurance sa créativité en opportunité de développement.

L'après-midi, l’évènement se déplacera à Clusone: cette deuxième partie du laboratoire se concentrera davantage sur l'échange de bonnes pratiques à travers une visite de l'entreprise et, sera suivie d’un moment interactif dans lequel de jeunes entrepreneurs de différents territoires discuteront et présenteront leurs expériences (le public sera invité à participer!). C'est un moment participatif qui veut voir les jeunes comme protagonistes, encourageant et promouvant leur intérêt pour l'emploi dans le contexte rural et montagnard.

Per tutti i dettagli visitate la pagina dedicata!

FR - Pour tous les détails, visitez la page dédiée!

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

16 luglio 2021

INCENTIVI PER SOSTENERE SCAMBI DI ESPERIENZE TRA MICRO E PICCOLE IMPRESE DEL GAL GARDAVALSABBIA2020

Nell'ambito del progetto di Cooperazione JOIN è attivata una procedura pubblica di selezione rivolta alle micro e piccole imprese localizzate nei 43 comuni del GAL e finalizzata a finanziare scambi di esperienze tra realtà imprenditoriali. 

Il contributo finanziario del bando è messo a disposizione da La Cassa Rurale Adamello Giudicarie Valsabbia Paganella, partner di progetto.

Il bando, nello specifico, finanzia la realizzazione di visite presso aziende modello ed innovative esistenti nel contesto nazionale e internazionale; ha una dotazione complessiva di € 4.000, con un contributo di massimo € 1.000 per ogni singola impresa.

Il periodo entro cui realizzare le attività è compreso tra settembre e novembre 2021. Il soggiorno dovrà avere una durata massima di 3 giorni

La documentazione deve essere presentata inderogabilmente entro il giorno mercoledì 15/09/2021 alle ore 12.00 con le modalità indicate nell'avviso.

Per tutte le informazioni e consultare il bando, visitate il seguente link.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

8 luglio 2021

WORKSHOP PARTECIPATIVI ITINERANTI SUL TERRITORIO DEL GAL VALLE SERIANA E DEI LAGHI BERGAMASCHI

Quattro laboratori didattico-esperienziali il cui obiettivo è quello di stimolare l’innovazione nel sistema agroalimentare e sostenere l’agricoltura di montagna attraverso l’approfondimento di alcuni elementi chiave per lo sviluppo del territorio come la transizione ecologica e la multifunzionalità aziendale.

Un’opportunità per le aziende, soprattutto agricole, di mettersi in gioco ed essere accompagnate da professionisti di settore verso lo sviluppo di nuove capacità e competenze grazie ad un percorso formativo non convenzionale: le lezioni in presenza saranno infatti accompagnate da esercitazioni pratiche, lavori di gruppo e presentazioni di casi di successo.

 

Di seguito il calendario degli appuntamenti:

  • Mercoledì 30 Giugno - Digital Storytelling. Raccontare e organizzare contenuti attraverso i social

  • Martedì 6 Luglio - Transizione Ecologica. Il modello delle Comunità Energetiche

  • Mercoledì 21 Luglio - Sostenibilità Ambientale. Come applicarla e comunicarla

  • Martedì 27 Luglio - Experience Design. Costruire un’esperienza gastronomica su misura

 

Il programma dettagliato è disponibile a questo link

Per partecipare ad uno o più laboratori è obbligatoria l’iscrizione inviando una mail a: progetti@galvalleserianaedeilaghi.com. L’iscrizione è gratuita!

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

23 aprile 2021

UN CICLO DI WEBINAR PER IMPRESE, OPERATORI E CITTADINI DEL GAL VALLE SERIANA E LAGHI BERGAMASCHI

Il Gal Valle Seriana e dei laghi Bergamaschi ha organizzato un ciclo di webinar gratuiti che si svolgeranno nel mese di maggio!

Per partecipare è necessario iscriversi a questo link 

Gli incontri sono rivolti alle imprese, agli operatori ma anche ai cittadini del territorio del GAL.

Nel corso delle quattro serate si parlerà di comunità energetiche, cura del formaggio, qualità dell'olio, valorizzazione di antiche varietà di mais ma anche di personalizzazione del prodotto e di come creare esperienze gastronomiche di qualità in chiave turistica.

Gli incontri si svolgeranno online tramite piattaforma Zoom tutti i giovedì del mese di maggio alle ore 20.00

Il programma completo è disponibile a questo link

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

16 marzo 2021

SAPERI IN RETE: LA PIATTAFORMA DEL GAL VALLE SERIANA E DEI LAGHI BERGAMASCHI PER LO SCAMBIO DI CONOSCENZE

E’ finalmente online “Saperi in Rete”, la piattaforma del Gal Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi dedicata alla divulgazione di contenuti riguardanti il mondo rurale!

 

Saperi in Rete è una pagina costantemente aggiornata e dedicata alla diffusione di tutte le iniziative gratuite a supporto delle imprese locali riguardanti l'agricoltura, il territorio rurale, l'innovazione aziendale, la digitalizzazione e tutti gli ambiti utili allo sviluppo della competitività e dell’innovazione  delle imprese rurali.

 

Si tratta di uno strumento di Networking pensato per favorire la formazione degli operatori e lo scambio di buone pratiche.

 

Consulta la pagina per scoprire tutti gli eventi e le iniziative gratuite disponibili cliccando qui.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

2 marzo 2021

IL RECUPERO DI ANTICHE TRADIZIONI BOSCHIVE È INNOVAZIONE D'IMPRESA?

Green Ger: un progetto globale per il territorio del GAL Valle Brembana 2020​

Green Ger è un’azienda boschiva e rientra tra le imprese innovative del progetto di cooperazione JoIN, che valorizza il recupero del bosco e la salvaguardia ambientale, riproponendo valori culturali che hanno smesso di essere tramandati di generazione in generazione.

 

Green Ger ha già eseguito numerosi interventi in zone inaccessibili per il recupero di boschi distrutti dalla Tempesta Vaia abbattutasi nel 2018 nell’area montana delle Dolomiti e delle Prealpi Venete, e ha potenziando la sua attività con opere di disboscamento nel pieno rispetto di tutti i protocolli del Piano di Assestamento Forestale (PAF).

Il progetto prevede la gestione dei boschi comunali e l’utilizzo del legno prelevato per produrre localmente il pellet certificato A1 EN Plus.

 

L’elemento innovativo sta nel fatto che per la produzione di pellet si parte da una pianta, un legno vergine fresco, e non dagli scarti di lavorazione come avviene di solito.

Attualmente è in corso la costruzione di un impianto di pellettizzazione da legno vergine, per dare compimento al progetto di circular & green economy: dal bosco si arriva all'energia, passando per una gestione consapevole delle risorse forestali e della produzione di combustibile da fonti rinnovabili.

 

Il 35% del territorio italiano è ricoperto da foreste, eppure il settore boschivo importa due terzi del legname che viene utilizzato nella filiera del legno, a dimostrazione che c'è una grande domanda di questa materia prima. I boschi possono quindi diventare un importante motore per l’economia locale di oggi e di domani. 

Il patrimonio forestale è riconosciuto dall’articolo 1 della Costituzione Italiana come parte del capitale naturale nazionale e come bene di rilevante interesse pubblico, da tutelare e valorizzare per la stabilità e il benessere delle generazioni presenti e future.

La risorsa boschiva è quindi importantissima perché può comportare anche aumento di lavoro in valle.

 

L’innovazione di Green Ger sta nell’ approccio industriale, cioè secondo un’ottica imprenditoriale che si avvale di un parco mezzi evoluto, dotato di attrezzature che in passato non c’erano. Dal 2018 Green Ger ha portato posti di lavoro in Valle Brembana, ha organizzato corsi di formazione sulla sicurezza nel bosco, si è attrezzata con mezzi d'opera e di trasporto. 

 

I benefici della Green Circular Economy si possono così sintetizzare:

  • Creazione di un nuovo indotto locale, rinascita di una filiera e creazione di nuovi posti di lavoro

  • Attuazione di una gestione forestale sostenibile attraverso l'attivazione di convenzioni con i Comuni e i privati nel medio-lungo periodo, garantendo un indotto annuale ai concessionari

  • Miglioramento dei soprassuoli forestali, riduzione del rischio di dissesti idrogeologici e valorizzazione delle funzionalità ecosistemiche secondo le indicazioni del Piano di Assestamento Forestale

  • Creazione di energia proveniente da fonti rinnovabili (cippato e pellet certificato)

  • Ottimizzazione della viabilità forestale per il recupero delle malghe e per consentire l'accesso ai boschi con i mezzi di intervento meccanici

  • Miglioramento delle condizioni ambientali paesaggistiche per lo sviluppo di percorsi naturalistici a fine ricreativo.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

3 febbraio 2021

ALP LIFE: START UP INNOVATIVA NEL TERRITORIO DEL GAL VALLE BREMBANA 2020

Innovare per migliorare i percorsi volti al benessere e sviluppare ricerca

Alp Life è, al momento, l'unica start up in Italia a vocazione sociale con Deposito Brevetto, in data 24/07/2019 con focus sul benessere, la salute e una buona qualità della vita.


La start up innovativa propone:

 

  • Un modello di cura e assistenza post-ospedaliera per soggetti con disagi fisici, psichici, sensoriali e comportamentali;

  • Una Residenza Sanitaria Disabili per pazienti con mielolesioni e cerebrolesioni dopo traumi e non e pazienti psichiatrici;

  • L'utilizzo di nuove tecniche con attrezzatura brevettata per la verticalizzazione e la mobilità sia in palestra che all'esterno con percorsi sensoriali di cura immersi nella natura e possibilità di utilizzare la 'pet therapy'.


Sono ipotizzati anche alcuni ambienti abitativi esterni per pazienti in remissione, ricoveri sollievo o familiari. Inoltre, quando la struttura sarà completata, è prevedibile l'assunzione di 30-40 persone.


Stimolo a sostenere Alp Life è la convinzione che partecipare allo sviluppo di un progetto sociale costituisce una esperienza di vita e un concreto contributo allo sviluppo del proprio territorio. Alp Life rientra nel gruppo delle cooperative sociali -La Bonne Semence di Oltre il Colle, la Contatto di Serina e Progettazione di Pedrengo - che hanno dato vita al “Gruppo IN, innovare per includere”. In particolare la Cooperativa Sociale Contatto, selezionata tra le imprese innovative del progetto JoIN, della Val Serina e insieme alle altre realtà del Gruppo ha dato vita a una rete di servizi volti a supportare i fruitori in un cammino completo, a partire dalla dimora in centri residenziali fino all'inserimento nel mondo lavorativo e alla acquisizione di una indipendenza abitativa in strutture di 'Residenzialità Leggera' e 'Housing Sociale'. Le realtà che fanno parte del Gruppo IN hanno in comune la stessa sfida: dare concretezza a una innovazione che
favorisca l'inclusione sociale, rimanendo radicati al territorio, creando una rete di servizi adeguati ai bisogni e dando vita a posti di lavoro.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

4 gennaio 2021

Il Gal Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi è entrato a fare parte della rete di Antenne di UNIMONT - Università della Montagna!

Nell'ambito del progetto di cooperazione #JoIN, tra le azioni locali del Gal Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi è infatti prevista la realizzazione di un punto Streaming che consentirà la trasmissione di contenuti riguardanti il mondo rurale per scambiare e condividere saperi e buone pratiche e stimolare così l'innovazione.

 

Si tratta di uno strumento di Networking pensato per fare rete, scambiare idee e diffondere contenuti scientifici e divulgativi a sostegno del territorio con particolare attenzione all'agricoltura e a tutte le attività ad essa interconnesse.

 

Il Punto Streaming verrà attivato a breve e tutti gli enti che avranno piacere di prendere parte all’iniziativa potranno collaborare con il GAL supportandolo nel reperimento dei materiali e delle risorse da divulgare e che saranno utili al mondo rurale.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

28 dicembre 2020

Un ciclo di incontri di formazione online per le imprese agricole, turistiche e dei servizi del territorio del Gal GardaValsabbia2020

Da gennaio prende il via il ciclo di incontri di formazione online per le imprese agricole, turistiche e dei servizi del territorio del Gal Gardavalsabbia2020. Ogni settimana, da gennaio a giugno 2021, dalle 18 alle 20, le imprese con sede legale in uno dei 43 comuni del territorio del Gal Gardavalsabbia2020, potranno partecipare ai webinar iscrivendosi ai moduli. A chiusura del ciclo di incontri, il GAL Gardavalsabbia2020 attiverà uno sportello di coaching, con possibilità di fissare appuntamenti dedicati con i docenti per avere supporto alle proprie attività d'impresa, al quale si avrà accesso dopo aver frequentato almeno tutti i corsi del modulo oggetto del coaching.

Il primo modulo, tenuto da We Level Academy, si compone di quattro lezioni che vertono sul tema de “Lo sviluppo territoriale attraverso la rete d'impresa.  Come valorizzare il territorio attraverso la creazione di una rete di operatori” con inizio il 19 gennaio.
Il secondo modulo, in partenza il 9 febbraio e tenuto dall’agenzia M101, è invece incentrato sul tema della vendita online. Attraverso 6 lezioni, l’obiettivo è quello di conoscere i nuovi canali di vendita digitali e capire quali sono adatti alla propria attività.
Nicoletta Polliotto da marzo presenta il terzo modulo composto da 6 lezioni sulla comunicazione digitale, lo storytelling e costruire una digital strategy.  
Il quarto e ultimo modulo, tenuto da Alberto Boem, verterà invece sul tema della Responsabilità d’Impresa, il bilancio sostenibile e la valutazione d’impatto sociale di un’impresa.

 

Il calendario dettagliato e il modulo d'iscrizione sono disponibili al seguente link.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

19 Novembre 2020

Gran interès en les jornades Viure a Rural, en el marc del projecte Odisseu

Els dies 8 i 15 d’octubre van tenir lloc les primeres jornades telemàtiques de Viure a Rural on es va parlar sobre com fer polítiques efectives de repoblament des del món rural. Aquestes jornades van estar adreçades a càrrecs electes d’administracions locals, tècnics d’administració pública, tècnics de grups d’acció local Leader, associacions municipalistes, universitats, consultories associacions, col·lectius o xarxes que treballin al món rural. Entre tots els implicats es buscava detallar en què consisteixen les polítiques de repoblament i quines són les eines necessàries per poder-les aplicar als territoris rurals de Catalunya. En aquestes jornades van assistir-hi un centenar de persones que estaven interessades en la temàtica.

El dia 8 d’octubre vam comptar amb la presència de Jean-Yves Pineau, membre de Les Lócalos i ex-director del col·lectiu Ville-campagne i Sylvain Lhuillier, tècnic de projectes PETR Sud Cevennes. Amb ells vam abordar els interessos, la problemàtica i els principals desafiaments de les polítiques d’acollida i vam repassar exemples territorials per valorar quines eines, accions i procediments s’han de tenir en compte per implementar aquestes polítiques. Es va començar a preparar propostes per a l’elaboració d’un decàleg del repoblament a Catalunya.

El dia 15 es va presentar els Grups Leader com antenes d’acollida al món rural i vam parlar sobre l’agenda rural catalana. Per altra banda, hi va haver una taula d’experiències per conèixer iniciatives innovadores en l’àmbit del repoblament i la dinamització local: Pueblos Vivos de Aragón, Rural Citizien 2030, Arrelament al territori (ACM), Ajuntaments de Prat de Compte, Penelles, Sant Joan de les Abadesses i Lles de Cerdanya. En aquesta taula també vam comptar amb l’Institut per al Desenvolupament de l’Alt Pirineu i Aran que van parlar sobre el problema de l’habitatge. Per concloure les jornades es va tancar el decàleg per al repoblament de Catalunya i es va proposar la idea de fer un projecte pilot del projecte Viure a Rural per l’anualitat 2021.

Aquestes jornades van ser organitzades pel Consorci GAL Alt Urgell – Cerdanya amb el suport dels Grups Leader de Catalunya, el Departament d’Agricultura Ramaderia Pesca i Alimentació, el Fons Europeu Agrícola de Desenvolupament Rural i l’ Associació d’Iniciatives Rurals de Catalunya en col·laboració amb l’ Associació Catalana de Municipis, l’Associació de Micropobles de Catalunya, l’Institut per al Desenvolupament de l’Alt Pirineu i Aran, la Diputació de Lleida i el CEDER Somontano.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

3 Novembre 2020

I partner si presentano

Esperienze a confronto per stimolare l'innovazione e l'attuazione di nuove idee

Sono disponibili sul canale Youtube del GAL Gardavalsabbia2020 i video di presentazione dei GAL Alt Urgell – Cerdanya (Catalogna), GAL Castagniccia Mare e Monti (Corsica) e GAL Haute Provence Luberon (Provenza), partner internazionali del progetto JoIN.

 

I video sono stati girati in occasione del convegno "Innovare nelle aree rurali" che si è svolto il 30 ottobre 2020 online, a cura del Gal Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi.

 

Abbiamo chiesto loro di raccontare alle imprese presenti le proprie azioni locali e i progetti portati avanti sul territorio nell’ambito del progetto di cooperazione internazionale JOIN.

Uno degli obiettivi di progetto infatti è proprio favorire lo scambio e la contaminazione, sia delle buone prassi sia delle azioni specifiche d’azione, tra i territori rurali, al fine di stimolare l’innovazione e l’attivazione di nuovi prodotti e idee locali.

I video sono diventati, soprattutto in questa fase di distanziamento, degli strumenti veri e propri di lavoro nei progetti di cooperazione, in quando ci permettono di raccontare le diverse esperienze, ma anche tenerne traccia per sviluppare riflessioni sul futuro del progetto.

 

I video sono disponibili al SEGUENTE LINK.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

15 Ottobre 2020

Innovare nelle aree rurali

L'evento del 30 ottobre in Valle Seriana

Venerdì 30 Ottobre 2020 alle ore 14.30 avrà luogo l’evento “Innovare nelle Aree Rurali” a Clusone (BG) e sarà volto alla presentazione del progetto di cooperazione “Join-Job, Innovation and Networking in Rural Area”, allo scambio di buone pratiche e quindi alla contaminazione interterritoriale e tra imprese innovative.


L’iniziativa è stata organizzata dal Gal Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi, partner di progetto, con la collaborazione del Gal GardaValsabbia2020 (capofila) ed il Gal Valle Brembana 2020.


L’incontro avrà  quindi l’obiettivo di evidenziare come le imprese innovative dei 3 territori sono in grado di produrre benefici a livello sociale, ambientale ed economico sui territori stessi, pensandosi in modo connesso rispetto all’area in cui operano, e in ottica di responsabilità, anche in risposta all’emergenza sanitaria che ha sfortunatamente visto protagonista la valle Seriana.


Durante il corso del pomeriggio verranno quindi presentate alcune delle aziende considerate innovative presenti nei territori dei 3 Gal, le quali si confronteranno e porteranno reciprocamente la loro esperienza.


I posti sono limitati a causa delle normative Covid, ma sarà possibile seguire l’appuntamento in diretta dalla pagina Facebook del Gal Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi

A questo link la locandina dell'evento.

Per scoprire invece le aziende innovative presenti sul territorio del Gal Valle Seriana e Laghi Bergamaschi a questo link il report completo.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

25 Settembre 2020

Il ruolo della cooperativa iRais nella gestione del territorio e delle sue eccellenze

Un sistema di produzione lattiero casearia e stagionatura in miniera

I Raìs sono una cooperativa di comunità che è stata fondata nel 2016 nel contesto del Comune di Dossena appartenente al territorio del GAL Valle Brembana 2020 (Bergamo). Uno degli obiettivi dell'operato è quello di valorizzare il territorio e supportarlo attraverso la promozione delle risorse esistenti trovando metodi innovativi per lavorare su ciò che già costituisce un'offerta insita. 

Sulla base di ciò, la cooperativa si vede impegnata in una serie di iniziative che vanno a coprire differenti ambiti di sviluppo, dal sociale all'economico fino a quello culturale e turistico. 

Il territorio del GAL, fortemente vocato alla caseificazione, vanta numerose aziende produttrici di formaggi, prodotti peculiari e diversi tra loro che vengono commercializzati dalle aziende agricole in modo individuale. La cooperativa riveste un ruolo fondamentale nel percorso di valorizzazione delle produzioni casearie tipiche volto a salvaguardare il territorio attraverso una nuova soluzione per la stagionatura dei formaggi nelle miniere di Dossena. 

L'iniziativa ha l'obiettivo duplice di valorizzare due asset strategici del territorio quali le miniere, in qualità di eredità culturale, e la produzione lattiero casearia locale. Un sistema virtuoso che conferisce a queste due risorse un valore aggiunto anche in futura ottica turistica consentendo al territorio di venire identificato con un prodotto unico e peculiare.    

La stagionatura in miniera infatti consente di ottenere  caratteristiche sensoriali apprezzabili e diverse da quelle delle stesse produzioni stagionate nelle rispettive celle aziendali. I Raìs si occupano di ritirare i prodotti dalle aziende, conferire in miniera e commercializzare creando il tratto di unione tra produzione e pubblico.

Un percorso che mira, attraverso uno studio scientifico, alla creazione di un disciplinare di produzione per giungere all'ottenimento di un prodotto che risponda a requisiti di qualità specifici.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

1 Settembre 2020

Réunion de la commission de suivi du projet JoIN

COR - Reunione di a cummissione d’accumpagnamentu per u prugettu JoIN

FR - Le Gal Castagniccia Mare è Monti a souhaité mettre en place une commission pour suivre les projets de coopération auquel il participe. Cela permet de maintenir la mobilisation des acteurs locaux, qu’ils soient élus, représentants des associations ou encore socioprofessionnels et les impliquer concrètement dans les opérations.

Dernièrement, la commission s’est réunie pour travailler sur la cartographie des entreprises innovantes du territoire et sur le choix des expériences les plus significatives au regard des critères qui ont été définis dans la méthodologie élaborée par les partenaires.

60 entreprises « innovantes » ont été recensées au travers des appels à projets du Gal et de l’Agence de développement économique de la Corse mais également grâce aux membres de la commission qui, par leur parfaite connaissance du tissu économique, ont apporté une véritable plus-value à ce travail.

Dans un premier temps, les 18 initiatives qui semblaient les plus intéressantes ont été retenues par la commission pour réaliser une analyse plus fine et, au final, ce sont 6 entreprises de différents secteurs d’activité qui ont été sélectionnées pour être prochainement présentées comme « références en matière d’innovation » sur le territoire…

COR - U Gal Castagniccia Mare è Monti a messu in piazza una cummissione per accumpagnà i prugetti di cuuperazione ch’ellu seguita.

Sta cummissione permette d’una parte di mantene a mubilisazione di l’attori lucali, ch’elli sianu eletti, raprisententi d’associi oppuru i prufeziunali ma dinò d’impegnali di manera cuncreta ind’è i cartulari.

Pocu fà, a cummissione s’hè adunita per travaglià annantu a a cartugrafia di l’imprese purtendu attività nuvatrice nantu a u territoriu è per sceglie i prugetti i piu impurtanti cunsiderendu i criterii definiti ind’è a metudulugia elaburata da i partenarii.

60 imprese « nuvatrice » sò state cuntabilizate a traversu e chjame a prugetti di u GAL è di l’Agenzia per u sviluppu economicu di a Corsica ma dinò per via di i membri di a cummissione, chi, avendu una cunniscenza cumpleta di u settore ecunomicu lucale, annu valurizatu stu travagliu di a piu bella di e manere.

Prima, e 18 iniziative chi sembravanu e piu interessante sò state ritenute dà a cummissione per custituisce un analisa piu fina e, insomma, 6 imprese di differenti settore d’attività sò state scelte per esse presentate  fra pocu cum’è « riferenze nuvatrice » annantu a u territoriu.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

20 Agosto 2020

I Giovedì del Gal GardaValsabbia2020

Una serie di iniziative di animazione e sensibilizzazione

Verrà inaugurata il 3 settembre l’iniziativa "I Giovedì del GAL", un ciclo di  appuntamenti di animazione territoriale con cadenza settimanale che sarà occasione di incontro, scambio e informazione riguardo le attività del GAL GardaValsabbia2020.

 

Il primo evento avrà luogo giovedì 3 settembre 2020 dalle ore 20.00 presso il parco di Villa Galnica (Sede GAL GardaValsabbia2020);  ad un primo momento di presentazione della realtà del GAL, seguirà la performance del gruppo musicale Corimè e verrà  offerto un pic-nic nel parco con prodotti del territorio ed un calice di  vino.

Altre due serate saranno poi dedicate nello specifico al progetto JoIN: il giorno 10 alla presenza delle imprese innovative del Gal, censite nel Rapporto appena pubblicato, un workshop di lavoro per immaginare lo sviluppo di progetti futuri; inoltre, il giorno 17, con la presentazione del libro "L'Italia è bella dentro. Storie di resilienza, innovazione e ritorno nelle aree interne", del giornalista Luca Martinelli, sul tema dell'innovazione nelle aree interne nel territorio nazionale.  

A questo link, la locandina con il palinsesto completo. 

Seguiteci sulla pagina Facebook per essere aggiornati sul calendario degli eventi.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

20 Luglio 2020

Le imprese innovative dei 6 Gal Partner di progetto

Una anteprima delle best practice 

Pubblichiamo una prima anteprima del Rapporto delle imprese innovative presenti nei Gal del progetto JoIN, che racconta 2 esperienze innovative per ogni territorio.

 

Gal Haute Provence Luberon, Gal Castagniccia Mare e Monti, Gal Alt-Urgell Cerdanya, Gal Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi , Gal Valle Brembana 2020, Gal GardaValsabbia2020 hanno raccolto in questi mesi ed effettuato diverse interviste alle imprese, con il fine di comprendere quali sono gli elementi che favoriscono o ostacolano l'innovazione, attraverso criteri ed un modello di analisi confrontabile.

 

I casi individuati non solo raccontano di aree vive e attive, ma permetteranno ai Gal di poter fare incontrare le imprese e potersi dunque confrontare ed apprendere attraverso il dialogo reciproco. Tra le azioni di progetto, infatti. sono incluse attività di contaminazione interterritoriale e study visit, Lo scambio di best practice è ritenuto il mezzo principe per stimolare l’innovazione, la contaminazione e l’attivazione di nuovi prodotti e idee locali, che verranno pensati nel prossimo anno.

Nei prossimi mesi verrà pubblicato il report completo del progetto JoIN e calendarizzati gli incontri tra i Gal e le imprese.  

Per leggere il Report CLICCA QUI.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

1 Luglio 2020

Spazi di condivisione per i giovani adulti nei territori rurali

Un ciclo di webinar per riflettere su nuove iniziative locali 

Sono partiti i webinar organizzati dall'Associazione ADRETS nell'ambito del progetto MCDR della Rete Rurale Francese AJITeR dal titolo "Faciliter l'Accueil des Jeunes adultes et de leurs Initiatives dans les TErritoires Ruraux" - Facilitare l'accoglienza dei giovani adulti e delle loro iniziative nei territori rurali. Un ciclo di webinar che giornata dopo giornata delineano alcuni casi studio e buone pratiche di rilievo ed innovative per permettere agli attori coinvolti sui territori rurali di prendere spunto, approfondire la tematica e mettersi all'opera per supportare questa fascia di popolazione.

 

Il GAL Valle Brembana 2020 ha colto l'occasione per partecipare a questi momenti, fruendo di un utile strumento di confronto tra le realtà che partecipano al progetto. Una serie di buone pratiche applicate in territorio francese per rilanciare il ruolo dei giovani nei territori rurali. 

 

Il primo webinar intitolato "Définir des Tiers Lieux Jeunesse?" si è concentrato sulla creazione di spazi aperti per e da parte dei giovani e ha visto la presentazione di due casi studio l'Espace 2D - Morlaix e Fabriques du Monde Rural du MRJC. Si è discusso di governance, partenariati, attività promosse e finanziamenti tra opportunità e difficoltà.

 

Durante il webinar è emerso come l'incontro e lo scambio risultino essere fattori chiave nella costruzione di una dimensione all'interno della quale anche le fasce più giovani della popolazione possano trovare il proprio spazio nei contesti rurali.  Nuovi luoghi dell'accoglienza, informali nell'approccio ed aperti a chiunque voglia, fortemente radicati sul territorio e sostenuti da una rete di attori locali. La peculiarità risiede nel fatto che questi spazi vengono realizzati e gestiti, con diverse modalità, da coloro che al  contempo e a seguire ne saranno i principali utilizzatori. Una governance condivisa che responsabilizza e crea un legame ed una rete sul territorio. Spazi in disuso vengono trasformati in centri per giovani  dove vengono organizzate attività differenti, da atélier e laboratori pratici a momenti di condivisione e confronto. Luoghi che divengono anche catalizzatori di idee con supporto all'avviamento di idee imprenditoriali sul territorio anche grazie alla condivisione di competenze. 

 

Per vedere il webinar clicca QUI (Lingua Francese)

Per leggere i punti salienti del webinar clicca QUI  (Lingua Francese)

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

15 Giugno 2020

Le imprese innovative del Gal GardaValsabbia2020

Pubblicato il Rapporto che le descrive nel dettaglio e ne sintetizza gli elementi di valore per il territorio rurale

Questi primi mesi del progetto hanno evidenziato la necessità di approfondire la conoscenza, prima di tutto, di ciò che i territori già offrono in termini di innovazione, attraverso una mappatura delle realtà esistenti. I sei Gal partner hanno dunque concordato una metodologia comune di lavoro per individuare e approfondire alcuni elementi  di innovazione delle imprese, attraverso degli specifici criteri e indicatori derivati da fonti internazionali. Il database è stato costituito sia attraverso una fase di ascolto del territorio, raccogliendo indicazioni dagli enti e associazioni di categoria partner, sia attraverso una attenta analisi di fonti formali e bandi di evidenza pubblica a diverso livello che in passato avevano già premiato in qualche modo l'innovazione. Sul sito del Gal e sulla pagina FB, sono stati invitati gli operatori tutti a fare presente eventuali esperienze ancora non considerate che potessero sfuggire alle maglie del censimento. Una volta effettuato questo primo screening, che per l’area del Gal GardaValsabbia ha permesso di individuare circa una cinquantina di imprese di diversi settori e ambiti, si è deciso di approfondire alcuni soggetti di interesse, attraverso interviste qualitative agli stessi operatori.

Le schede che si descrivono nel report sono il primo risultato dell'analisi delle interviste qualitative effettuate e presentano in breve l'esperienza, l'innovazione e gli elementi che potrebbero essere utili ad altri imprenditori. 

L'indagine è da intendersi secondo una duplice ottica:

  • APERTA: consapevoli della limitatezza di questa prima analisi, l'invito al territorio è quello di fare presente esperienze ad oggi ancora escluse 

  • ATTIVA: l'indagine non rappresenta il punto di arrivo, bensì la partenza del lavoro di contaminazione che si svilupperà nel prossimo anno e a cui gli operatori saranno invitati a partecipare. 

CLICCA QUI per scaricare il Report completo e aggiornato al mese di giugno 2020. 

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

1 Giugno 2020

ODISSEU: Pel retorn de talent jove al mòn rural

El despoblament és una de les problemàtiques endèmiques dels territoris rurals i això és especialment rellevant pel que fa al col·lectiu jove. A principis de 2020, a Catalunya hi ha 134.000 joves a l’atur. Si analitzem únicament les persones de 16 i 24 anys, la taxa d’atur és del 28,3 %. La temporalitat dels contractes és un altra característica negativa, atès que gairebé la meitat de persones menors de 29 anys treballen amb contractes de durada determinada.

D’altra banda, les zones rurals han d’abordar a més, l’envelliment de la seva població i conseqüentment la manca de relleu generacional i pèrdua de dinamisme socioeconòmic.  En aquest context, la població jove migra a ciutats grans, sobretot aquella amb formació universitària atès que ja han de marxar a estudiar i després es troben amb dificultats de retorn i d’inserció laboral, sovint per un desconeixement dels llocs de treball qualificats en territoris rurals. Aquesta pèrdua de talent representa un obstacle per al desenvolupament econòmic de les zones rurals, per a la competitivitat de les seves empreses i per a la fixació de població. Aquest seguit de causes condicionen les oportunitats de reactivació econòmica de moltes d’aquestes poblacions fent perillar l’equilibri territorial i la vertebració social.

Per tal de revertir aquesta situació complexa calen actuacions que augmentin la sensibilització i potenciïn la diversitat rural i les seves oportunitats laborals i d’emprenedoria; que treballin per enfortir la connexió entre els mons rural i urbà i sobretot, que facilitin el retorn d’aquelles persones, especialment joves, que han marxat i l’establiment de població nouvinguda. Amb aquesta voluntat va néixer el projecte Odisseu l’any 2010, impulsat per la Direcció General de Desenvolupament Rural del Departament d’Agricultura, Ramaderia, Pesca i Alimentació i la Direcció General de Joventut del Departament de Treball, Afers Socials i Famílies, a partir d’una iniciativa conjunta de la Fundació del Món Rural i de l’Associació d’Iniciatives Rurals de Catalunya, amb la col·laboració dels 11 grups d’acció local Leader de Catalunya i la xarxa de professionals de Joventut.

El projecte busca connectar les empreses de les àrees rurals i els i les joves, millorar la coordinació i el treball en xarxa de les administracions públiques, empreses, centres educatius i universitats pel retorn del talent jove a territoris rurals.

Un dels exemples d’aquestes accions són els “Ajuts al Pràcticum Odisseu” per tal d’incentivar l’estada de joves que estudien a les universitats catalanes en empreses situades en comarques rurals amb pràctiques remunerades ja siguin curriculars o extracurriculars. Les entitats promotores del projecte Odisseu amb el suport de la Direcció General de Joventut, la Secretaria d’Universitat i Recerca, l’AGAUR -l’Agència de Gestió d'Ajuts Universitaris i de Recerca- i les universitats ho fan possible. Els Ajuts al Pràcticum impliquen el cofinançament del 50 % de les pràctiques que han de tenir una durada mínima de 300 hores.

La primera edició del Pràcticum, l’any 2016, es van aprovar 13 ajudes per subvencionar aquest ajut. El 2017 ja se’n van aprovar 44 i el 2018 es va consolidar amb 45 ajudes aprovades. I pel que fa el número d’ofertes de pràctiques publicades, en la primera edició es va començar amb 24, el 2017 va tancar amb 80 i en la tercera edició es van posar aconseguir publicitar fins a 137 ofertes. En l’edició Pràcticum 2019 els ajuts es van incrementar fins a 72, es van inscriure 112 empreses i es van publicar 136 pràctiques. Actualment estem tramitant la cinquena edició del Pràcticum, que  compta amb 82 ajuts, 346 estudiants inscrits i 130 ofertes de pràctiques.

Per continuar llegint les notícies, feu CLIC AQUì.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

30 Aprile 2020

Innovazione in pillole

Interviste per una ruralità intraprendente

Parte oggi la nuova iniziativa del GAL GardaValsabbia2020 realizzata nell'ambito del progetto di Cooperazione JOIN: INNOVAZIONE IN PILLOLE - PERSONAGGI, RIFLESSIONI E TESTIMONIANZE PER UNA RURALITA' INTRAPRENDENTE.
Una raccolta di brevi  interviste per approfondire ed esplorare il tema dell'innovazione nel mondo rurale, grazie all'intervento di esperti, professionisti del settore, lavoratori e osservatori, per offrire uno sguardo diverso e spunti di riflessione rispetto ad alcune dinamiche in corso.

Puoi vedere le interviste nel nostro canale YouTube --> clicca qui.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

1 Aprile 2020

Al via il censimento delle imprese innovative del Gal GardaValsabbia2020

Interviste telefoniche dirette agli operatori del territorio per conoscere

gli elementi di innovazione utili per le aree rurali

Il periodo che stiamo vivendo è certamente complesso e presenta una situazione inedita per noi tutti. Oltre a dover fronteggiare le difficoltà oggettive di ordine sanitario ed economico, molti soggetti sono entrati nell’ottica di prendersi del tempo per immaginare il futuro della propria realtà, alla luce delle modificazioni a cui stiamo assistendo. In questo contesto si colloca uno dei progetti di cooperazione che il Gal GardaValsabbia2020 sta sviluppando come capofila e che riguarda il tema dell’innovazione nel mondo del lavoro nelle aree rurali.

Le attività sono state avviate nel novembre 2019, con un evento di due giorni che ha raccolto tutti i partner diretti e indiretti al fine di impostare le attività; questi primi mesi del 2020 hanno evidenziato la necessità di approfondire la conoscenza, prima di tutto, di ciò che i territori già offrono, attraverso una mappatura delle realtà esistenti. I sei Gal partner hanno quindi concordato una metodologia comune di lavoro per individuare e approfondire alcuni elementi delle imprese che portassero “innovazione”: il termine è considerato, in questa fase del lavoro, ad ampio spettro, cioè in generale come una nuova idea che dimostra di avere successo nella pratica, l’introduzione di qualcosa di nuovo o rinnovato, che diventa di beneficio concreto e misurabile per il territorio rurale dal punto di vista economico, sociale o ambientale, che siano innovazioni tecnologiche, ma anche nuovi prodotti, di processi, di modalità operative, di costruzione di reti o rapporti, di nuovi servizi, etc. 

Per quanto riguarda l’area del Gal GardaValsabbia, un primo screening ha permesso di individuare circa una settantina di imprese di diversi settori e ambiti, che ora sono sottoposte ad indagine approfondita. L’intento era svolgere sopralluoghi per entrare in contatto con ognuna di queste, ma vista l’emergenza sanitaria si è pensato che delle interviste telefoniche a distanza potrebbero comunque permettere di raccogliere le informazioni necessarie. I mesi di aprile e maggio saranno dunque centrali per svolgere questo lavoro, nel rispetto delle esigenze complesse ed emergenze che le nostre imprese, siamo consapevoli, stiano affrontando.

Il sito ufficiale di progetto continuerà a riportare aggiornamenti.

LOGO-ANTENNA-JOIN-1-768x772.png

20 Novembre 2020

Avvio del progetto di cooperazione

Il kick off meeting i giorni 21 e 22 novembre 2019 presso

Villa Galnica a Puegnago

A Villa Galnica di Puegnago del Garda - sede del GAL GardaValsabbia2020, del Consorzio Valtenesi e di Aipol – il giorno giovedì 21 novembre 2019, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, avrà luogo l’avvio ufficiale dei lavori del progetto di cooperazione internazionale tra Gruppi di Azione Locale (GAL) denominato “JoIN - Job, Innovation and Networking in Rural Areas”. 

Il tema “innovazione e lavoro nelle aree rurali” sarà il filo conduttore del progetto “JoIN” di cui si parlerà il 21 e il 22 novembre presso la sede del GAL GardaValsabbia2020. Nella mattinata di giovedì 21, durante il convegno pubblico di avvio ufficiale del progetto che vedrà la partecipazione dei partner nazionali e internazionali coinvolti nella realizzazione delle attività, si alterneranno interventi e momenti di confronto durante i quali i partner di progetto illustreranno le loro migliori esperienze sul tema delle iniziative a favore dell’occupazione nelle aree rurali. L’innovazione nel mondo del lavoro, infatti, si esplicita in diverse forme ed ha bisogni e necessità molto diversi nei vari territori. In modo trasversale a queste dinamiche evolutive; al fine di individuare ed approfondire le esperienze pilota su cui costruire la collaborazione tra territori, un’attenzione speciale sarà data al capitale umano che anima e rivitalizza le aree rurali. Il Progetto “JoIN - Job, Innovation and Networking in Rurale Areas”, nel corso dei 2 anni a venire, intende in questo senso favorire e generare laboratori di sperimentazione territoriale a supporto di strategie internazionali più ampie e condivise a livello europeo.  Coerentemente con questi assunti, il progetto “JoIN” prevede per i territori partner un crescendo di scambi di esperienze e di stimoli innovativi che, attraverso un percorso partecipato, supporteranno lo sviluppo e la nascita di nuova imprenditorialità attiva. L’avvio ufficiale delle attività di progetto è previsto per giovedì 21 novembre: dopo i saluti istituzionali di Regione Lombardia - DG Agricoltura, del Presidente del GAL GardaValsabbia2020 Tiziano Pavoni, dei Presidenti della Comunità Montana Valle Sabbia e della Comunità Montana Parco Alto Garda Bresciano e del Sindaco di Puegnago, verrà presentato il programma di lavoro dei prossimi due anni.
La giornata prevede la presentazione dei GAL Partner  e la presentazione delle loro peculiarità e delle loro buone prassi. Nello specifico i partner sono: Gal Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi, Gal Valle Brembana 2020, Gal Haute Provence Luberon (Provenza, Francia), Gal Castigniccia Mare è Monti (Corsica, Francia), Gal Alt Urgell (Catalunia, Spagna), quali partner diretti di progetto e i Gal Prealpi e Dolomiti (BL), Gal Südtiroler Grenzland (BZ), Gal Alpi di Sarentino (BZ), Gal Trentino Orientale (TN), South Karelian Kärki-LEADER (Finlandia), quali partner associati.  

Al centro della questione sul ricambio generazionale e a testimonianza della creatività delle nuove generazioni, saranno presenti i giovani imprenditori che si sono candidati al bando Operazione 6.2.01 del PSL 2014-2020 del GAL GardaValsabbia2020 che presenteranno la propria idea di nuova impresa. Esperienze avanzate in termini di nuove forme di cooperazione dialogheranno con soluzioni d’impresa avviate da giovani per valorizzare la cultura e le tradizioni locali, così come le produzioni agro-alimentari e le filiere, con uno sguardo al supporto prestato da parte di enti finanziatori, tutti mossi a beneficio di un positivo sviluppo locale. La mattinata si chiuderà con una tavola rotonda in cui si confronteranno tra loro i rappresentanti di esperienze virtuose in tema di lavoro e innovazione: Davide Donati, Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella; Lidia Alcaini, Cooperativa di Comunità I Raìs; Luca Rigamonti, Cooperativa Tempolibero; Giovanni Teneggi, Confcooperative Italia;  Filippo Cantoni, Cooperativa Toscolano 1381; Mattia Apostoli, Impresa locale Bbuono. 

La cittadinanza, le imprese e le Istituzioni sono tutte invitate. 

Il Kick Off meeting di “JoIN” proseguirà poi, con un lavoro mirato tra i partner di progetto, nel pomeriggio di giovedì e nella mattinata di venerdì, al fine di definire concretamente le azioni locali e comuni del prossimo semestre di attività.

 

Scarica il programma dell'evento --> clicca qui