19 Novembre 2020

Gran interès en les jornades Viure a Rural, en el marc del projecte Odisseu

Els dies 8 i 15 d’octubre van tenir lloc les primeres jornades telemàtiques de Viure a Rural on es va parlar sobre com fer polítiques efectives de repoblament des del món rural. Aquestes jornades van estar adreçades a càrrecs electes d’administracions locals, tècnics d’administració pública, tècnics de grups d’acció local Leader, associacions municipalistes, universitats, consultories associacions, col·lectius o xarxes que treballin al món rural. Entre tots els implicats es buscava detallar en què consisteixen les polítiques de repoblament i quines són les eines necessàries per poder-les aplicar als territoris rurals de Catalunya. En aquestes jornades van assistir-hi un centenar de persones que estaven interessades en la temàtica.

El dia 8 d’octubre vam comptar amb la presència de Jean-Yves Pineau, membre de Les Lócalos i ex-director del col·lectiu Ville-campagne i Sylvain Lhuillier, tècnic de projectes PETR Sud Cevennes. Amb ells vam abordar els interessos, la problemàtica i els principals desafiaments de les polítiques d’acollida i vam repassar exemples territorials per valorar quines eines, accions i procediments s’han de tenir en compte per implementar aquestes polítiques. Es va començar a preparar propostes per a l’elaboració d’un decàleg del repoblament a Catalunya.

El dia 15 es va presentar els Grups Leader com antenes d’acollida al món rural i vam parlar sobre l’agenda rural catalana. Per altra banda, hi va haver una taula d’experiències per conèixer iniciatives innovadores en l’àmbit del repoblament i la dinamització local: Pueblos Vivos de Aragón, Rural Citizien 2030, Arrelament al territori (ACM), Ajuntaments de Prat de Compte, Penelles, Sant Joan de les Abadesses i Lles de Cerdanya. En aquesta taula també vam comptar amb l’Institut per al Desenvolupament de l’Alt Pirineu i Aran que van parlar sobre el problema de l’habitatge. Per concloure les jornades es va tancar el decàleg per al repoblament de Catalunya i es va proposar la idea de fer un projecte pilot del projecte Viure a Rural per l’anualitat 2021.

Aquestes jornades van ser organitzades pel Consorci GAL Alt Urgell – Cerdanya amb el suport dels Grups Leader de Catalunya, el Departament d’Agricultura Ramaderia Pesca i Alimentació, el Fons Europeu Agrícola de Desenvolupament Rural i l’ Associació d’Iniciatives Rurals de Catalunya en col·laboració amb l’ Associació Catalana de Municipis, l’Associació de Micropobles de Catalunya, l’Institut per al Desenvolupament de l’Alt Pirineu i Aran, la Diputació de Lleida i el CEDER Somontano.

3 Novembre 2020

I partner si presentano

Esperienze a confronto per stimolare l'innovazione e l'attuazione di nuove idee

Sono disponibili sul canale Youtube del GAL Gardavalsabbia2020 i video di presentazione dei GAL Alt Urgell – Cerdanya (Catalogna), GAL Castagniccia Mare e Monti (Corsica) e GAL Haute Provence Luberon (Provenza), partner internazionali del progetto JoIN.

 

I video sono stati girati in occasione del convegno "Innovare nelle aree rurali" che si è svolto il 30 ottobre 2020 online, a cura del Gal Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi.

 

Abbiamo chiesto loro di raccontare alle imprese presenti le proprie azioni locali e i progetti portati avanti sul territorio nell’ambito del progetto di cooperazione internazionale JOIN.

Uno degli obiettivi di progetto infatti è proprio favorire lo scambio e la contaminazione, sia delle buone prassi sia delle azioni specifiche d’azione, tra i territori rurali, al fine di stimolare l’innovazione e l’attivazione di nuovi prodotti e idee locali.

I video sono diventati, soprattutto in questa fase di distanziamento, degli strumenti veri e propri di lavoro nei progetti di cooperazione, in quando ci permettono di raccontare le diverse esperienze, ma anche tenerne traccia per sviluppare riflessioni sul futuro del progetto.

 

I video sono disponibili al SEGUENTE LINK.

15 Ottobre 2020

Innovare nelle aree rurali

L'evento del 30 ottobre in Valle Seriana

Venerdì 30 Ottobre 2020 alle ore 14.30 avrà luogo l’evento “Innovare nelle Aree Rurali” a Clusone (BG) e sarà volto alla presentazione del progetto di cooperazione “Join-Job, Innovation and Networking in Rural Area”, allo scambio di buone pratiche e quindi alla contaminazione interterritoriale e tra imprese innovative.


L’iniziativa è stata organizzata dal Gal Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi, partner di progetto, con la collaborazione del Gal GardaValsabbia2020 (capofila) ed il Gal Valle Brembana 2020.


L’incontro avrà  quindi l’obiettivo di evidenziare come le imprese innovative dei 3 territori sono in grado di produrre benefici a livello sociale, ambientale ed economico sui territori stessi, pensandosi in modo connesso rispetto all’area in cui operano, e in ottica di responsabilità, anche in risposta all’emergenza sanitaria che ha sfortunatamente visto protagonista la valle Seriana.


Durante il corso del pomeriggio verranno quindi presentate alcune delle aziende considerate innovative presenti nei territori dei 3 Gal, le quali si confronteranno e porteranno reciprocamente la loro esperienza.


I posti sono limitati a causa delle normative Covid, ma sarà possibile seguire l’appuntamento in diretta dalla pagina Facebook del Gal Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi

A questo link la locandina dell'evento.

Per scoprire invece le aziende innovative presenti sul territorio del Gal Valle Seriana e Laghi Bergamaschi a questo link il report completo.

25 Settembre 2020

Il ruolo della cooperativa iRais nella gestione del territorio e delle sue eccellenze

Un sistema di produzione lattiero casearia e stagionatura in miniera

I Raìs sono una cooperativa di comunità che è stata fondata nel 2016 nel contesto del Comune di Dossena appartenente al territorio del GAL Valle Brembana 2020 (Bergamo). Uno degli obiettivi dell'operato è quello di valorizzare il territorio e supportarlo attraverso la promozione delle risorse esistenti trovando metodi innovativi per lavorare su ciò che già costituisce un'offerta insita. 

Sulla base di ciò, la cooperativa si vede impegnata in una serie di iniziative che vanno a coprire differenti ambiti di sviluppo, dal sociale all'economico fino a quello culturale e turistico. 

Il territorio del GAL, fortemente vocato alla caseificazione, vanta numerose aziende produttrici di formaggi, prodotti peculiari e diversi tra loro che vengono commercializzati dalle aziende agricole in modo individuale. La cooperativa riveste un ruolo fondamentale nel percorso di valorizzazione delle produzioni casearie tipiche volto a salvaguardare il territorio attraverso una nuova soluzione per la stagionatura dei formaggi nelle miniere di Dossena. 

L'iniziativa ha l'obiettivo duplice di valorizzare due asset strategici del territorio quali le miniere, in qualità di eredità culturale, e la produzione lattiero casearia locale. Un sistema virtuoso che conferisce a queste due risorse un valore aggiunto anche in futura ottica turistica consentendo al territorio di venire identificato con un prodotto unico e peculiare.    

La stagionatura in miniera infatti consente di ottenere  caratteristiche sensoriali apprezzabili e diverse da quelle delle stesse produzioni stagionate nelle rispettive celle aziendali. I Raìs si occupano di ritirare i prodotti dalle aziende, conferire in miniera e commercializzare creando il tratto di unione tra produzione e pubblico.

Un percorso che mira, attraverso uno studio scientifico, alla creazione di un disciplinare di produzione per giungere all'ottenimento di un prodotto che risponda a requisiti di qualità specifici.

1 Settembre 2020

Réunion de la commission de suivi du projet JoIN

COR - Reunione di a cummissione d’accumpagnamentu per u prugettu JoIN

FR - Le Gal Castagniccia Mare è Monti a souhaité mettre en place une commission pour suivre les projets de coopération auquel il participe. Cela permet de maintenir la mobilisation des acteurs locaux, qu’ils soient élus, représentants des associations ou encore socioprofessionnels et les impliquer concrètement dans les opérations.

Dernièrement, la commission s’est réunie pour travailler sur la cartographie des entreprises innovantes du territoire et sur le choix des expériences les plus significatives au regard des critères qui ont été définis dans la méthodologie élaborée par les partenaires.

60 entreprises « innovantes » ont été recensées au travers des appels à projets du Gal et de l’Agence de développement économique de la Corse mais également grâce aux membres de la commission qui, par leur parfaite connaissance du tissu économique, ont apporté une véritable plus-value à ce travail.

Dans un premier temps, les 18 initiatives qui semblaient les plus intéressantes ont été retenues par la commission pour réaliser une analyse plus fine et, au final, ce sont 6 entreprises de différents secteurs d’activité qui ont été sélectionnées pour être prochainement présentées comme « références en matière d’innovation » sur le territoire…

COR - U Gal Castagniccia Mare è Monti a messu in piazza una cummissione per accumpagnà i prugetti di cuuperazione ch’ellu seguita.

Sta cummissione permette d’una parte di mantene a mubilisazione di l’attori lucali, ch’elli sianu eletti, raprisententi d’associi oppuru i prufeziunali ma dinò d’impegnali di manera cuncreta ind’è i cartulari.

Pocu fà, a cummissione s’hè adunita per travaglià annantu a a cartugrafia di l’imprese purtendu attività nuvatrice nantu a u territoriu è per sceglie i prugetti i piu impurtanti cunsiderendu i criterii definiti ind’è a metudulugia elaburata da i partenarii.

60 imprese « nuvatrice » sò state cuntabilizate a traversu e chjame a prugetti di u GAL è di l’Agenzia per u sviluppu economicu di a Corsica ma dinò per via di i membri di a cummissione, chi, avendu una cunniscenza cumpleta di u settore ecunomicu lucale, annu valurizatu stu travagliu di a piu bella di e manere.

Prima, e 18 iniziative chi sembravanu e piu interessante sò state ritenute dà a cummissione per custituisce un analisa piu fina e, insomma, 6 imprese di differenti settore d’attività sò state scelte per esse presentate  fra pocu cum’è « riferenze nuvatrice » annantu a u territoriu.

20 Agosto 2020

I Giovedì del Gal GardaValsabbia2020

Una serie di iniziative di animazione e sensibilizzazione

Verrà inaugurata il 3 settembre l’iniziativa "I Giovedì del GAL", un ciclo di  appuntamenti di animazione territoriale con cadenza settimanale che sarà occasione di incontro, scambio e informazione riguardo le attività del GAL GardaValsabbia2020.

 

Il primo evento avrà luogo giovedì 3 settembre 2020 dalle ore 20.00 presso il parco di Villa Galnica (Sede GAL GardaValsabbia2020);  ad un primo momento di presentazione della realtà del GAL, seguirà la performance del gruppo musicale Corimè e verrà  offerto un pic-nic nel parco con prodotti del territorio ed un calice di  vino.

Altre due serate saranno poi dedicate nello specifico al progetto JoIN: il giorno 10 alla presenza delle imprese innovative del Gal, censite nel Rapporto appena pubblicato, un workshop di lavoro per immaginare lo sviluppo di progetti futuri; inoltre, il giorno 17, con la presentazione del libro "L'Italia è bella dentro. Storie di resilienza, innovazione e ritorno nelle aree interne", del giornalista Luca Martinelli, sul tema dell'innovazione nelle aree interne nel territorio nazionale.  

A questo link, la locandina con il palinsesto completo. 

Seguiteci sulla pagina Facebook per essere aggiornati sul calendario degli eventi.

20 Luglio 2020

Le imprese innovative dei 6 Gal Partner di progetto

Una anteprima delle best practice 

Pubblichiamo una prima anteprima del Rapporto delle imprese innovative presenti nei Gal del progetto JoIN, che racconta 2 esperienze innovative per ogni territorio.

 

Gal Haute Provence Luberon, Gal Castagniccia Mare e Monti, Gal Alt-Urgell Cerdanya, Gal Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi , Gal Valle Brembana 2020, Gal GardaValsabbia2020 hanno raccolto in questi mesi ed effettuato diverse interviste alle imprese, con il fine di comprendere quali sono gli elementi che favoriscono o ostacolano l'innovazione, attraverso criteri ed un modello di analisi confrontabile.

 

I casi individuati non solo raccontano di aree vive e attive, ma permetteranno ai Gal di poter fare incontrare le imprese e potersi dunque confrontare ed apprendere attraverso il dialogo reciproco. Tra le azioni di progetto, infatti. sono incluse attività di contaminazione interterritoriale e study visit, Lo scambio di best practice è ritenuto il mezzo principe per stimolare l’innovazione, la contaminazione e l’attivazione di nuovi prodotti e idee locali, che verranno pensati nel prossimo anno.

Nei prossimi mesi verrà pubblicato il report completo del progetto JoIN e calendarizzati gli incontri tra i Gal e le imprese.  

Per leggere il Report CLICCA QUI.

1 Luglio 2020

Spazi di condivisione per i giovani adulti nei territori rurali

Un ciclo di webinar per riflettere su nuove iniziative locali 

Sono partiti i webinar organizzati dall'Associazione ADRETS nell'ambito del progetto MCDR della Rete Rurale Francese AJITeR dal titolo "Faciliter l'Accueil des Jeunes adultes et de leurs Initiatives dans les TErritoires Ruraux" - Facilitare l'accoglienza dei giovani adulti e delle loro iniziative nei territori rurali. Un ciclo di webinar che giornata dopo giornata delineano alcuni casi studio e buone pratiche di rilievo ed innovative per permettere agli attori coinvolti sui territori rurali di prendere spunto, approfondire la tematica e mettersi all'opera per supportare questa fascia di popolazione.

 

Il GAL Valle Brembana 2020 ha colto l'occasione per partecipare a questi momenti, fruendo di un utile strumento di confronto tra le realtà che partecipano al progetto. Una serie di buone pratiche applicate in territorio francese per rilanciare il ruolo dei giovani nei territori rurali. 

 

Il primo webinar intitolato "Définir des Tiers Lieux Jeunesse?" si è concentrato sulla creazione di spazi aperti per e da parte dei giovani e ha visto la presentazione di due casi studio l'Espace 2D - Morlaix e Fabriques du Monde Rural du MRJC. Si è discusso di governance, partenariati, attività promosse e finanziamenti tra opportunità e difficoltà.

 

Durante il webinar è emerso come l'incontro e lo scambio risultino essere fattori chiave nella costruzione di una dimensione all'interno della quale anche le fasce più giovani della popolazione possano trovare il proprio spazio nei contesti rurali.  Nuovi luoghi dell'accoglienza, informali nell'approccio ed aperti a chiunque voglia, fortemente radicati sul territorio e sostenuti da una rete di attori locali. La peculiarità risiede nel fatto che questi spazi vengono realizzati e gestiti, con diverse modalità, da coloro che al  contempo e a seguire ne saranno i principali utilizzatori. Una governance condivisa che responsabilizza e crea un legame ed una rete sul territorio. Spazi in disuso vengono trasformati in centri per giovani  dove vengono organizzate attività differenti, da atélier e laboratori pratici a momenti di condivisione e confronto. Luoghi che divengono anche catalizzatori di idee con supporto all'avviamento di idee imprenditoriali sul territorio anche grazie alla condivisione di competenze. 

 

Per vedere il webinar clicca QUI (Lingua Francese)

Per leggere i punti salienti del webinar clicca QUI  (Lingua Francese)

15 Giugno 2020

Le imprese innovative del Gal GardaValsabbia2020

Pubblicato il Rapporto che le descrive nel dettaglio e ne sintetizza gli elementi di valore per il territorio rurale

Questi primi mesi del progetto hanno evidenziato la necessità di approfondire la conoscenza, prima di tutto, di ciò che i territori già offrono in termini di innovazione, attraverso una mappatura delle realtà esistenti. I sei Gal partner hanno dunque concordato una metodologia comune di lavoro per individuare e approfondire alcuni elementi  di innovazione delle imprese, attraverso degli specifici criteri e indicatori derivati da fonti internazionali. Il database è stato costituito sia attraverso una fase di ascolto del territorio, raccogliendo indicazioni dagli enti e associazioni di categoria partner, sia attraverso una attenta analisi di fonti formali e bandi di evidenza pubblica a diverso livello che in passato avevano già premiato in qualche modo l'innovazione. Sul sito del Gal e sulla pagina FB, sono stati invitati gli operatori tutti a fare presente eventuali esperienze ancora non considerate che potessero sfuggire alle maglie del censimento. Una volta effettuato questo primo screening, che per l’area del Gal GardaValsabbia ha permesso di individuare circa una cinquantina di imprese di diversi settori e ambiti, si è deciso di approfondire alcuni soggetti di interesse, attraverso interviste qualitative agli stessi operatori.

Le schede che si descrivono nel report sono il primo risultato dell'analisi delle interviste qualitative effettuate e presentano in breve l'esperienza, l'innovazione e gli elementi che potrebbero essere utili ad altri imprenditori. 

L'indagine è da intendersi secondo una duplice ottica:

  • APERTA: consapevoli della limitatezza di questa prima analisi, l'invito al territorio è quello di fare presente esperienze ad oggi ancora escluse 

  • ATTIVA: l'indagine non rappresenta il punto di arrivo, bensì la partenza del lavoro di contaminazione che si svilupperà nel prossimo anno e a cui gli operatori saranno invitati a partecipare. 

CLICCA QUI per scaricare il Report completo e aggiornato al mese di giugno 2020. 

1 Giugno 2020

ODISSEU: Pel retorn de talent jove al mòn rural

El despoblament és una de les problemàtiques endèmiques dels territoris rurals i això és especialment rellevant pel que fa al col·lectiu jove. A principis de 2020, a Catalunya hi ha 134.000 joves a l’atur. Si analitzem únicament les persones de 16 i 24 anys, la taxa d’atur és del 28,3 %. La temporalitat dels contractes és un altra característica negativa, atès que gairebé la meitat de persones menors de 29 anys treballen amb contractes de durada determinada.

D’altra banda, les zones rurals han d’abordar a més, l’envelliment de la seva població i conseqüentment la manca de relleu generacional i pèrdua de dinamisme socioeconòmic.  En aquest context, la població jove migra a ciutats grans, sobretot aquella amb formació universitària atès que ja han de marxar a estudiar i després es troben amb dificultats de retorn i d’inserció laboral, sovint per un desconeixement dels llocs de treball qualificats en territoris rurals. Aquesta pèrdua de talent representa un obstacle per al desenvolupament econòmic de les zones rurals, per a la competitivitat de les seves empreses i per a la fixació de població. Aquest seguit de causes condicionen les oportunitats de reactivació econòmica de moltes d’aquestes poblacions fent perillar l’equilibri territorial i la vertebració social.

Per tal de revertir aquesta situació complexa calen actuacions que augmentin la sensibilització i potenciïn la diversitat rural i les seves oportunitats laborals i d’emprenedoria; que treballin per enfortir la connexió entre els mons rural i urbà i sobretot, que facilitin el retorn d’aquelles persones, especialment joves, que han marxat i l’establiment de població nouvinguda. Amb aquesta voluntat va néixer el projecte Odisseu l’any 2010, impulsat per la Direcció General de Desenvolupament Rural del Departament d’Agricultura, Ramaderia, Pesca i Alimentació i la Direcció General de Joventut del Departament de Treball, Afers Socials i Famílies, a partir d’una iniciativa conjunta de la Fundació del Món Rural i de l’Associació d’Iniciatives Rurals de Catalunya, amb la col·laboració dels 11 grups d’acció local Leader de Catalunya i la xarxa de professionals de Joventut.

El projecte busca connectar les empreses de les àrees rurals i els i les joves, millorar la coordinació i el treball en xarxa de les administracions públiques, empreses, centres educatius i universitats pel retorn del talent jove a territoris rurals.

Un dels exemples d’aquestes accions són els “Ajuts al Pràcticum Odisseu” per tal d’incentivar l’estada de joves que estudien a les universitats catalanes en empreses situades en comarques rurals amb pràctiques remunerades ja siguin curriculars o extracurriculars. Les entitats promotores del projecte Odisseu amb el suport de la Direcció General de Joventut, la Secretaria d’Universitat i Recerca, l’AGAUR -l’Agència de Gestió d'Ajuts Universitaris i de Recerca- i les universitats ho fan possible. Els Ajuts al Pràcticum impliquen el cofinançament del 50 % de les pràctiques que han de tenir una durada mínima de 300 hores.

La primera edició del Pràcticum, l’any 2016, es van aprovar 13 ajudes per subvencionar aquest ajut. El 2017 ja se’n van aprovar 44 i el 2018 es va consolidar amb 45 ajudes aprovades. I pel que fa el número d’ofertes de pràctiques publicades, en la primera edició es va començar amb 24, el 2017 va tancar amb 80 i en la tercera edició es van posar aconseguir publicitar fins a 137 ofertes. En l’edició Pràcticum 2019 els ajuts es van incrementar fins a 72, es van inscriure 112 empreses i es van publicar 136 pràctiques. Actualment estem tramitant la cinquena edició del Pràcticum, que  compta amb 82 ajuts, 346 estudiants inscrits i 130 ofertes de pràctiques.

Per continuar llegint les notícies, feu CLIC AQUì.

30 Aprile 2020

Innovazione in pillole

Interviste per una ruralità intraprendente

Parte oggi la nuova iniziativa del GAL GardaValsabbia2020 realizzata nell'ambito del progetto di Cooperazione JOIN: INNOVAZIONE IN PILLOLE - PERSONAGGI, RIFLESSIONI E TESTIMONIANZE PER UNA RURALITA' INTRAPRENDENTE.
Una raccolta di brevi  interviste per approfondire ed esplorare il tema dell'innovazione nel mondo rurale, grazie all'intervento di esperti, professionisti del settore, lavoratori e osservatori, per offrire uno sguardo diverso e spunti di riflessione rispetto ad alcune dinamiche in corso.

Puoi vedere le interviste nel nostro canale YouTube --> clicca qui.

1 Aprile 2020

Al via il censimento delle imprese innovative del Gal GardaValsabbia2020

Interviste telefoniche dirette agli operatori del territorio per conoscere

gli elementi di innovazione utili per le aree rurali

Il periodo che stiamo vivendo è certamente complesso e presenta una situazione inedita per noi tutti. Oltre a dover fronteggiare le difficoltà oggettive di ordine sanitario ed economico, molti soggetti sono entrati nell’ottica di prendersi del tempo per immaginare il futuro della propria realtà, alla luce delle modificazioni a cui stiamo assistendo. In questo contesto si colloca uno dei progetti di cooperazione che il Gal GardaValsabbia2020 sta sviluppando come capofila e che riguarda il tema dell’innovazione nel mondo del lavoro nelle aree rurali.

Le attività sono state avviate nel novembre 2019, con un evento di due giorni che ha raccolto tutti i partner diretti e indiretti al fine di impostare le attività; questi primi mesi del 2020 hanno evidenziato la necessità di approfondire la conoscenza, prima di tutto, di ciò che i territori già offrono, attraverso una mappatura delle realtà esistenti. I sei Gal partner hanno quindi concordato una metodologia comune di lavoro per individuare e approfondire alcuni elementi delle imprese che portassero “innovazione”: il termine è considerato, in questa fase del lavoro, ad ampio spettro, cioè in generale come una nuova idea che dimostra di avere successo nella pratica, l’introduzione di qualcosa di nuovo o rinnovato, che diventa di beneficio concreto e misurabile per il territorio rurale dal punto di vista economico, sociale o ambientale, che siano innovazioni tecnologiche, ma anche nuovi prodotti, di processi, di modalità operative, di costruzione di reti o rapporti, di nuovi servizi, etc. 

Per quanto riguarda l’area del Gal GardaValsabbia, un primo screening ha permesso di individuare circa una settantina di imprese di diversi settori e ambiti, che ora sono sottoposte ad indagine approfondita. L’intento era svolgere sopralluoghi per entrare in contatto con ognuna di queste, ma vista l’emergenza sanitaria si è pensato che delle interviste telefoniche a distanza potrebbero comunque permettere di raccogliere le informazioni necessarie. I mesi di aprile e maggio saranno dunque centrali per svolgere questo lavoro, nel rispetto delle esigenze complesse ed emergenze che le nostre imprese, siamo consapevoli, stiano affrontando.

Il sito ufficiale di progetto continuerà a riportare aggiornamenti.

20 Novembre 2020

Avvio del progetto di cooperazione

Il kick off meeting i giorni 21 e 22 novembre 2019 presso

Villa Galnica a Puegnago

A Villa Galnica di Puegnago del Garda - sede del GAL GardaValsabbia2020, del Consorzio Valtenesi e di Aipol – il giorno giovedì 21 novembre 2019, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, avrà luogo l’avvio ufficiale dei lavori del progetto di cooperazione internazionale tra Gruppi di Azione Locale (GAL) denominato “JoIN - Job, Innovation and Networking in Rural Areas”. 

Il tema “innovazione e lavoro nelle aree rurali” sarà il filo conduttore del progetto “JoIN” di cui si parlerà il 21 e il 22 novembre presso la sede del GAL GardaValsabbia2020. Nella mattinata di giovedì 21, durante il convegno pubblico di avvio ufficiale del progetto che vedrà la partecipazione dei partner nazionali e internazionali coinvolti nella realizzazione delle attività, si alterneranno interventi e momenti di confronto durante i quali i partner di progetto illustreranno le loro migliori esperienze sul tema delle iniziative a favore dell’occupazione nelle aree rurali. L’innovazione nel mondo del lavoro, infatti, si esplicita in diverse forme ed ha bisogni e necessità molto diversi nei vari territori. In modo trasversale a queste dinamiche evolutive; al fine di individuare ed approfondire le esperienze pilota su cui costruire la collaborazione tra territori, un’attenzione speciale sarà data al capitale umano che anima e rivitalizza le aree rurali. Il Progetto “JoIN - Job, Innovation and Networking in Rurale Areas”, nel corso dei 2 anni a venire, intende in questo senso favorire e generare laboratori di sperimentazione territoriale a supporto di strategie internazionali più ampie e condivise a livello europeo.  Coerentemente con questi assunti, il progetto “JoIN” prevede per i territori partner un crescendo di scambi di esperienze e di stimoli innovativi che, attraverso un percorso partecipato, supporteranno lo sviluppo e la nascita di nuova imprenditorialità attiva. L’avvio ufficiale delle attività di progetto è previsto per giovedì 21 novembre: dopo i saluti istituzionali di Regione Lombardia - DG Agricoltura, del Presidente del GAL GardaValsabbia2020 Tiziano Pavoni, dei Presidenti della Comunità Montana Valle Sabbia e della Comunità Montana Parco Alto Garda Bresciano e del Sindaco di Puegnago, verrà presentato il programma di lavoro dei prossimi due anni.
La giornata prevede la presentazione dei GAL Partner  e la presentazione delle loro peculiarità e delle loro buone prassi. Nello specifico i partner sono: Gal Valle Seriana e dei Laghi Bergamaschi, Gal Valle Brembana 2020, Gal Haute Provence Luberon (Provenza, Francia), Gal Castigniccia Mare è Monti (Corsica, Francia), Gal Alt Urgell (Catalunia, Spagna), quali partner diretti di progetto e i Gal Prealpi e Dolomiti (BL), Gal Südtiroler Grenzland (BZ), Gal Alpi di Sarentino (BZ), Gal Trentino Orientale (TN), South Karelian Kärki-LEADER (Finlandia), quali partner associati.  

Al centro della questione sul ricambio generazionale e a testimonianza della creatività delle nuove generazioni, saranno presenti i giovani imprenditori che si sono candidati al bando Operazione 6.2.01 del PSL 2014-2020 del GAL GardaValsabbia2020 che presenteranno la propria idea di nuova impresa. Esperienze avanzate in termini di nuove forme di cooperazione dialogheranno con soluzioni d’impresa avviate da giovani per valorizzare la cultura e le tradizioni locali, così come le produzioni agro-alimentari e le filiere, con uno sguardo al supporto prestato da parte di enti finanziatori, tutti mossi a beneficio di un positivo sviluppo locale. La mattinata si chiuderà con una tavola rotonda in cui si confronteranno tra loro i rappresentanti di esperienze virtuose in tema di lavoro e innovazione: Davide Donati, Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella; Lidia Alcaini, Cooperativa di Comunità I Raìs; Luca Rigamonti, Cooperativa Tempolibero; Giovanni Teneggi, Confcooperative Italia;  Filippo Cantoni, Cooperativa Toscolano 1381; Mattia Apostoli, Impresa locale Bbuono. 

La cittadinanza, le imprese e le Istituzioni sono tutte invitate. 

Il Kick Off meeting di “JoIN” proseguirà poi, con un lavoro mirato tra i partner di progetto, nel pomeriggio di giovedì e nella mattinata di venerdì, al fine di definire concretamente le azioni locali e comuni del prossimo semestre di attività.

 

Scarica il programma dell'evento --> clicca qui 
 

 

Progetto di cooperazione transnazionale "JoIN - Job Innovation and Networking in the rural area - PSR 2014/2020

 Misura 19 "Sostegno allo sviluppo locale LEADER" - Misura 19.3.01 "Cooperazione interterritoriale e transnazionale

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now